Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le fibre elastiche: un nuovo target dei cosmetici antinvecchiamento?

Negli ultimi anni è nato l'interesse da parte dei formulatori cosmetici verso le fibre elastiche, responsabili dell'elasticità cutanea, proprietà che viene persa con l'invecchiamento.
Grazie alle maggiori conoscenze riguardo la biochimica dell'invecchiamento cutaneo, è stato possibile individuare i punti deboli nel metabolismo (sintesi e degradazione) delle fibre elastiche e ciò ha permesso alla ricerca cosmetica di identificare molecole in grado di intervenire in questi processi per cercare di rallentare l'invecchiamento della pelle.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Smettiamola di dire che il mondo invecchia: sta solo rimanendo giovane più a lungo. A. Giddens L’età media della popolazione dei paesi sviluppati è in continuo aumento, grazie alle nuove scoperte in medicina e in campo tecnologico. Per questo motivo si stanno facendo sforzi e ricerche per migliorare anche la qualità della vita oltre che la quantità. In questa sfera rientra la cura della persona, per accompagnare “gli anni in più” ad un aspetto giovane. Oltre all’innovazione nel campo della chirurgia estetica, anche la cosmetica anti- aging ha visto un notevole sviluppo nell’ultimo decennio; la pelle, infatti, proprio per la sua posizione, è l’organo in cui sono più visibili i segni dell’invecchiamento. Ci sono sempre più studi per determinare quali sono le basi biochimiche dell’invecchiamento cutaneo e sempre più ricerche per trovare molecole in grado di bloccare o per lo meno attenuare questo processo. Questi studi sono rivolti soprattutto verso gli elementi del derma: le fibre collagene responsabili della resistenza e della struttura e le fibre elastiche responsabili dell’elasticità cutanea. L’interesse per le fibre elastiche come possibile target di cosmetici è nato negli ultimi anni, mentre per il collagene sono stati effettuati numerosi studi per capire i processi alla base del suo metabolismo. Questo lavoro si propone di descrivere i lavori svolti nell’ultimo decennio che hanno come soggetto le fibre elastiche del derma e il loro ruolo nell’invecchiamento cutaneo. Saranno quindi analizzati prima i fattori che causano l’invecchiamento e gli effetti di questi sulla pelle; sposteremo poi l’attenzione verso le fibre elastiche cercando di descrivere i processi alla base della loro sintesi (elastogenesi) e della loro degradazione e le molecole coinvolte. Cercheremo di capire, infine, quali sono i nuovi trend seguiti in cosmetica facendo riferimento alle molecole studiate o in fase di studio che hanno come target le fibre elastiche. 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Farmacia

Autore: Claudia Manzan Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1407 click dal 27/03/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.