Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mercato del lavoro degli immigrati in Italia

Un' analisi di alcuni aspetti del mercato del lavoro per gli stranieri in Italia

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa “Tutte le società producono degli stranieri, ma ciascun tipo di società produce il proprio tipo di stranieri, e li riproduce in un suo proprio modo inimitabile” Z. Bauman (1995). Queste parole di Bauman sintetizzano significativamente come gli immigrati non siano un corpo estraneo al paese di destinazione, ma anzi ne siano parte integrante, fino ad esserne considerati un risultato. Le economie dei paesi post-industriali infatti hanno sempre più necessità di lavori stranieri, sia per problemi demografici, sia per l’adattamento tra domanda e offerta di lavoratori. In questo lavoro si sono indagati alcuni aspetti del mercato del lavoro degli immigrati e del loro rapporto con la società italiana. L’argomento è estremamente ampio ed in continua evoluzione, qui si sono dunque semplicemente sviluppati alcuni temi alla luce delle più diffuse teorie sull’immigrazione e si è tentata una verifica empirica con i dati più recenti a disposizione. In particolare si sono osservate le dimensioni del fenomeno, la partecipazione al mercato del lavoro, ci si è chiesti come si collochino gli immigrati rispetto ai lavoratori locali ed infine si è cercato di comprenderne la distribuzione geografica e gli effetti sulle economie locali. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Diego Gottardi Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2624 click dal 31/03/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.