Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Protezione ambientale e sviluppo sostenibile in Colombia: il caso della Sierra Nevada de Santa Marta

Questa tesi rappresenta una preziosa fonte d’informazione per tutti coloro interessati alle problematiche ambientali e dello sviluppo sostenibile, con particolare riferimento al difficile contesto della Colombia.

Il documento è organizzato in modo da fornire dapprima un’ampia introduzione teorica sui concetti e le tematiche trattate, seguita da un’esauriente definizione del complicato quadro ambientale, politico e socioeconomico colombiano.
In particolare vengono evidenziate le funzioni esercitate dagli ecosistemi naturali introducendo le teorie di valutazione economica delle aree naturali protette.
Si analizzano inoltre le problematiche relative alla perdita della biodiversità e le dinamiche di tale processo in atto su larga scala in varie regioni del pianeta.
Grande risalto viene anche dato alla teoria dello sviluppo sostenibile, seguendone il percorso dalla sua nascita ai giorni d’oggi, come alternativa all’irrazionale sfruttamento dell’ambiente e delle sue risorse.

Questa prima metà della tesi consente di introdurre adeguatamente la sua parte centrale, che focalizza l’attenzione sullo studio delle dinamiche in atto nella regione colombiana della Sierra Nevada de Santa Marta ed in particolare sulla determinazione del valore socioeconomico del Parco Nazionale Tayrona.
Verranno inoltre considerate le politiche di zonizzazione ed il calcolo della capacità di carico turistico di quest’area naturale protetta.
Tale elaborazione ha richiesto una laboriosa raccolta personale di dati ed informazioni sul campo con un soggiorno di parecchi mesi nel Paese sudamericano durante il 1997.

L’originale conclusione cui si vuole arrivare attraverso questa tesi è di fornire lo spunto per una valutazione economica delle politiche di protezione ambientale attuate in Colombia per mezzo della costituzione di aree naturali protette quali il Parco Nazionale Tayrona.
Ciò permetterebbe inoltre di fornire una giustificazione economica per l’attuazione di tali politiche.

Per rendere più chiaro e leggibile il contesto in cui siamo giunti a tali conclusioni, nelle oltre 440 pagine del documento, sono state utilizzate ben 38 figure, di cui 25 dettagliate carte geografiche; 27 tabelle; 16 grafici e 12 foto.

In conclusione, per l’importanza dei dati in essa contenuti e per la mole di lavoro richiesta, ho sentito l’esigenza di pubblicare questa tesi, soprattutto nella speranza di contribuire alla divulgazione di tali tematiche e di essere fonte di ispirazione per altri che vogliano seguire la mia strada.

Mostra/Nascondi contenuto.
18 1.5 PRIORITÀ PER LA CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ A LIVELLO MONDIALE Le limitate risorse umane e monetarie di cui dispone la comunità ambientalista internazionale, obbligano a fissare delle priorità ed a concentrare le azioni di conservazione nelle aree più importanti ed a maggior rischio ecologico del mondo (MC NEELY, 1990). Le tre categorie utilizzate per determinare tali priorità sono rappresentate dalle “Aree prioritarie minacciate”; “Paesi con megadiversità” e dalle “Aree silvestri di maggior importanza”. 1.5.1 Aree prioritarie minacciate Il concetto di “Area prioritaria minacciata” o “Ecosistema critico”, conosciuto in inglese con il termine “hotspots”, fu stabilito dall’ecologo Norman Myers (1988). Utilizzando la diversità vegetale come indice, si identificarono quindici aree geografiche che occupano meno dell’1% della superficie del Pianeta e che posseggono tra il 30% ed il 40% di tutta la biodiversità terrestre ed acquatica del mondo. Per la loro eccezionale ricchezza biologica queste aree devono costituire il principale fronte d’azione delle politiche conservazioniste internazionali. Le quindici “Aree prioritarie minacciate” sono: 1) Foreste centroamericane (Messico, Guatemala, Belize, Honduras, Nicaragua, Costa Rica); 2) Foreste del Chocò (Colombia, Ecuador, Panamà); 3) Ande tropicali (Venezuela, Colombia, Perù, Ecuador, Bolivia); 4) Foresta atlantica (Brasile); 5) Foresta della Guinea Equatoriale; 6) Montagne Orientali (Tanzania);

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvio Simonit Contatta »

Composta da 446 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6528 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.