Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Educazione artistica: significati, dinamiche, sviluppi, con particolare riferimento all'educazione musicale

Il tema dell’arte e della musica è sempre stato oggetto di numerose indagini e ricerche, sia oggi che in passato anche se molte correlazioni tra questi temi e il mondo della scuola non hanno avuto un adeguato sviluppo.
In realtà “si fa esperienza dell’arte in vari luoghi e in varie occasioni in modo diffuso. Nella maggioranza dei casi senza sapere che si è in rapporto con cose di significato artistico” .
Il problema sussiste principalmente nel far prevalere spesso la concezione secondo la quale l’arte e la musica, quali forme artistiche superiori, siano destinate a pochi, e che pertanto non a tutti sia possibile coglierne i diversi significati.
È questo un errore «storico» dovuto soprattutto alla concezione che la cultura occidentale ha delle forme artistiche stesse.
Infatti, il prevalere, nella nostra cultura, di una concezione della musica e dell’arte come forme e tecniche precise e difficili, riservate ad un ristretto gruppo di artisti e intenditori, ha incrementato il dislivello tra la cosiddetta cultura colta e quella di massa. Divisione questa, che tra l’altro, è essa stessa causa e conseguenza di tale errore.
(...) Le proposte educative in tal senso, oggi sono molteplici e diversamente ramificate e molto incide anche la questione, ora lungamente dibattuta, dell’educazione interculturale: si coglie l’incidenza che le diversità culturali, sia generazionali che tra popoli differenti, hanno sul modo di fare, produrre e recepire la cultura nel suo complesso e di conseguenza sul modo di pensare di ognuno di noi, sulla nostra capacità di rapportarci all’altro diverso da noi, di superare la perenne visione eurocentrica dell’Occidente e cogliere le ricchezze altrui, nonché quelle che inevitabilmente nascono dall’incontro e dall’ «ibridazione».

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il tema dell’arte e della musica è sempre stato oggetto di numerose indagini e ricerche, sia oggi che in passato anche se molte correlazioni tra questi temi e il mondo della scuola non hanno avuto un adeguato sviluppo. In realtà “si fa esperienza dell’arte in vari luoghi e in varie occasioni in modo diffuso. Nella maggioranza dei casi senza sapere che si è in rapporto con cose di significato artistico” 1 . Il problema sussiste principalmente nel far prevalere spesso la concezione secondo la quale l’arte e la musica, quali forme artistiche superiori, siano destinate a pochi, e che pertanto non a tutti sia possibile coglierne i diversi significati. È questo un errore «storico» dovuto soprattutto alla concezione che la cultura occidentale ha delle forme artistiche stesse. Infatti, il prevalere, nella nostra cultura, di una concezione della musica e dell’arte come forme e tecniche precise e difficili, riservate ad un ristretto gruppo di artisti e intenditori, ha incrementato il dislivello tra la cosiddetta 1 DE BARTOLOMEIS FRANCESCO, Girare intorno all’arte. Valutare e produrre, La Nuova Italia, Scandicci (Firenze) 1990, pag. 8.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Francesca Ruggiero Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4911 click dal 08/04/2009.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.