Skip to content

L'informazione tv: progetto di una rete regionale all news

Informazioni tesi

  Autore: Emilia Toscano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Claudio Scamardella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 157

La cosiddetta “rivoluzione digitale” e le possibilità connesse alle nuove reti di trasmissione stanno cambiando radicalmente il sistema dell’informazione, i modi di comunicare degli esseri umani e le modalità con cui essi si interfacciano ai media. Tra i tanti cambiamenti determinati dall’innovazione tecnologica, uno in particolare riguarda l’industria culturale e innesca una trasformazione radicale all’interno dell’universo dei mass media.
La moltiplicazione dei canali di trasmissione porta ad una diversificazione dell’offerta e produce uno scenario dei media molto più complesso ed articolato rispetto al passato. L’incremento della quantità e della varietà di contenuti e di mezzi di comunicazione non si traduce in un sensibile incremento dei consumi culturali ma tende piuttosto a ridefinire le diete mediali individuali, spingendo a ridurre i consumi abituali per lasciare spazio a nuove esperienze e proposte culturali.
E' soprattutto nel settore dell’audiovisivo che lo sviluppo della tecnologia digitale produrrà una vera rivoluzione copernicana.
Da un punto di vista “culturale” la crescita di nuovi media che hanno conferito all’utente una grande libertà nell’accesso alle informazioni, permettendogli al tempo stesso di divertirsi, socializzare, conoscere, secondo percorsi e modalità sempre più personalizzati e interattivi, ha progressivamente eroso porzioni di audience alla tv generalista.
Un fisiologico mutamento culturale della società sta, dunque, allontanando sempre più i “consumatori di informazione” dal generalismo e dalla omologazione dei messaggi televisivi, portando ognuno a ritagliarsi il tempo a propria disposizione in fatto di conoscenza della realtà attraverso i media in modo più individualistico che in passato.
Alla crisi di popolarità indotta dalla competizione con gli altri media si affianca poi l’evoluzione tecnologica proprio del mezzo televisivo. Oggi la televisione, dopo decenni di immutabilità tecnica, si sta trasformando per lo sviluppo incessante della rete, del computer e della digitalità. L’adozione della tecnologia digitale nel settore del broadcasting consente il passaggio dalla penuria delle frequenze radiotelevisive (caratteristica della tv analogica) alla moltiplicazione delle capacità trasmissive (siano esse terrestri, satellitari o via cavo) e, di conseguenza, all’espansione quantitativa e alla diversificazione dell’offerta. La televisione digitale porterà dunque ad una moltiplicazione dei canali e ad un cambiamento moderato della fruizione dei contenuti televisivi. Ciò avrà come naturale conseguenza una riduzione dei costi di trasmissione e l’ingresso nel settore di nuovi operatori.
Questi i presupposti della cosiddetta tv tematica, la nascita cioè di una molteplicità di canali con offerte “di nicchia” dedicati a pubblici più specifici e ridotti. Tutti questi cambiamenti coinvolgono naturalmente anche il giornalismo televisivo, obbligandoci a ripensare il modello tradizionale, basato su appuntamenti fissi e deadlines definite, alla luce delle trasformazioni in atto nel mondo dei media. Si aprono allora nuovi scenari e nuove prospettive per l’informazione televisiva sia dal punto di vista della programmazione e della produzione che della fruizione.
Da qui nasce l’idea che è alla base del presente lavoro. La presa di coscienza del cambiamento in atto nel mondo dell’informazione e dell’offerta limitata dei modelli editoriali di molti network nazionali e locali, ci ha spinto ad interrogarci sulle possibilità che si aprono oggi per le emittenti televisive, soprattutto in ambito regionale, e ad individuare nuove modalità attraverso cui conquistare un ruolo importante all’interno delle comunità locali.
Si è progettata quindi la realizzazione di un’emittente all news di sola informazione regionale, in grado di abbracciare le sfide dei nuovi modelli di giornalismo televisivo veicolando un’informazione tempestiva, completa, costantemente aggiornata e con modalità di presidio del territorio più agili, flessibili e diversificate rispetto al passato.
L’idea alla base di “Campania news24” nasce dalla constatazione che sia i quotidiani che le tv locali e nazionali, pur offrendo nell’insieme una proposta varia ed articolata, non riescono a produrre contenuti informativi di qualità che diano una rappresentazione della comunità campana in cui quest’ultima possa riconoscersi.
L’obiettivo del presente lavoro è quello di dimostrare che esiste uno spazio per una televisione di sola informazione locale 24 ore su 24, incentrata sul territorio, con un palinsesto caratterizzato da produzioni di qualità e informazione tempestiva e che risponda, nelle modalità di organizzazione e diffusione dei contenuti, alle istanze degli attuali mezzi di comunicazione digitali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La cosiddetta “rivoluzione digitale” e le possibilità connesse alle nuove reti di trasmissione stanno cambiando radicalmente il sistema dell’informazione, i modi di comunicare degli esseri umani e le modalità con cui essi si interfacciano ai media. Tra i tanti cambiamenti determinati dall’innovazione tecnologica, uno in particolare riguarda l’industria culturale e innesca una trasformazione radicale all’interno dell’universo dei mass media. Una delle principali conseguenze della digitalizzazione dei segnali, accanto alla convergenza mediale e alla possibilità quindi di integrare diversi contenuti in un unico linguaggio, è infatti il successivo divergere di questi contenuti su differenti piattaforme di distribuzione (web, tv digitali, telefonia mobile, ecc.). La moltiplicazione dei canali di trasmissione porta ad una diversificazione dell’offerta e produce uno scenario dei media molto più complesso ed articolato rispetto al passato. Come dimostrano numerosi studi, l’incremento della quantità e della varietà di contenuti e di mezzi di comunicazione non si traduce in un sensibile incremento dei consumi culturali né in termini di spesa pro capite né in termini di tempo dedicato ai media. L’aumento dell’offerta tende piuttosto a ridefinire le diete mediali individuali, spingendo a ridurre i consumi abituali per lasciare spazio a nuove esperienze e proposte culturali. La flessione della stampa è inequivocabile: anno dopo anno, i lettori tendono a diminuire e il peso relativo dell’industria dei quotidiani all’interno del sistema

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

all-news
canali tematici
emittente tv
emittenti locali
informazione
informazione tv
mass-media
palinsesto
rivluzione digitale
stampa
telegiornale
televisione
tv
tv all news
tv digitale
tv digitali
tv locali
tv satellitare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi