Skip to content

Kikou Yamata: ''La Japolyonnaise'' - Analisi e traduzione del romanzo ''La dame de beauté''

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Invernizzi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e letterature europee ed extraeuropee
  Relatore: Yasmina Melaouah
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

La mia tesi si articola in tre sezioni: presentazione del profilo biografico di Kikou Yamata ed esposizione delle caratteristiche principali delle sue opere, presentazione e analisi del romanzo "La dame de beauté" sotto il profilo narratologico-semiotico e stilistico (“momento dell’interpretazione stilistica dell’originale” ) e traduzione di alcune sue parti accompagnata dall’esposizione delle strategie adottate, con particolare attenzione al problema dei realia (in termini generali e all’interno del romanzo). Il primo capitolo riassume le fasi salienti della biografia dell’autrice alla luce della doppia dimensione culturale e linguistica, illustra sinteticamente le caratteristiche principali della sua produzione e, infine, si sofferma su alcuni romanzieri attuali che, per tutta una serie di ragioni, potrebbero essere considerati suoi degni epigoni.
Il secondo capitolo è dedicato a un romanzo importante nella produzione dell’autrice, La dame de beauté, che appare in un contesto socioculturale particolarmente delicato per i rapporti fra l’Occidente e il Giappone, ossia all’indomani della fine della seconda guerra mondiale. La novità rappresentata da questo romanzo di Kikou Yamata è duplice, in quanto, da un lato, si distacca dal filone del romanzo orientalista tout court (che trova in Loti e Raucat dei validi esponenti) e, dall’altro, propone l’immagine di un paese tanto ardente nelle proprie manifestazioni aggressive e patriottiche quanto raffinato nella sua sensibilità estetica.
Sempre nel secondo capitolo, sulla base delle informazioni in mio possesso cerco di risalire a probabili fonti e stimoli nella vita di Kikou Yamata che possano aver concorso nel delineare la figura della protagonista, Nobuko Hayashi. In seguito prendo in esame i temi e i motivi che caratterizzano il romanzo e mi occupo della sua fortuna critica. Analizzo infine l’opera da un punto di vista prevalentemente semiotico-narratologico e stilistico.
Nel terzo capitolo motivo la scelta dei passi che ho tradotto in italiano, nonché la scelta della traduzione del titolo ed esplicito il metodo e le strategie adottate. Inserisco quindi la traduzione della Lettera al mio editore e di alcune parti del romanzo da me effettuata. Successivamente tratto i nodi della traduzione, avvalendomi per lo più dell’approccio critico alla traduzione esposto da Bruno Osimo in Traduzione e qualità. Affronto infine un aspetto interculturale (e talora spinoso) della traduzione – i realia (o termini culturospecifici) – sia secondo una prospettiva teorico-analitica sia con riferimento al testo che ho tradotto: dopo aver tracciato un quadro teorico del fenomeno, riporto infatti tutti i realia presenti nel romanzo e li classifico sulla base delle categorizzazioni elaborate da Vlahov e Florin e da Newmark.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La scelta di studiare, nella mia tesi di laurea, la figura di un autore dalla doppia dimensione nazionale, culturale e linguistica risponde a una preferenza squisitamente personale per due lingue e due culture che ho sempre particolarmente apprezzato e a cui guardo con estremo interesse, quella francese e quella giapponese. Trovare un autore che incarnasse queste due dimensioni identitarie è stata una vera e propria sfida: solo dopo lunghe e infruttuose ricerche è venuta in mio soccorso Tomoko Higashi, docente di lingua giapponese presso l’Université Stendhal di Grenoble, città nella quale ho trascorso un anno accademico come assistente di lingua italiana, suggerendomi il nome di Kikou Yamata. Kikou Yamata è un personaggio sostanzialmente ignoto in Italia, che nei primi decenni del XX secolo ha invece goduto di una considerevole e costante popolarità soprattutto in Francia e Svizzera e, ancorché in tono minore, negli Stati Uniti. A partire dalla seconda metà del secolo, tuttavia, la sua popolarità è destinata a scemare, come conferma Monique Penissard nella dedica del suo saggio La Japolyonnaise, che peraltro costituisce l’unico contributo di una certa ampiezza su questa autrice: «À tous ceux qui ont bien voulu m’accorder leur confiance pour évoquer un nom injustement tombé dans l’oubli 2 de l’histoire littéraire de ce siècle.» Sebbene uno dei suoi romanzi sia stato tradotto in italiano 3 , la sua opera non è mai stata studiata in Italia; diverse informazioni – invero frammentarie – sulla sua figura sono invece rintracciabili in ambito francofono e anglofono, mentre una profusione di documenti eterogenei è conservata alla BPU, la Bibliothèque Publique et Universitaire di Ginevra, che ospita il “Fondo Kikou Yamata”, una ventina di cartoni contenenti 2 M. Penissard, La Japolyonnaise, Lausanne, Favre, 1988. [corsivo nostro]. 3 Cfr. Kikou Yamata, La bella signora, versione di Gino de Negri, Milano, IPL, 1958. 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autodominio
cronotopi
culture
dame de beauté
diglossia
dominanti
francia
geisha
giappone
guerra
isotopie
lacerazione
morte
nobuko hayashi
nodi
osimo
passione
romanzo
romanzo psicologico
semiotica
solitudine
sottodominanti
temi e motivi
traduttologia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi