Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di protocollo di broadcast per VANET

La tesi presenta un nuovo protocollo di broadcast per VANET, cioè il Farther Relay and Oracle for VANET (FROV), dove il termine Oracle rappresenta un'entità in esecuzione su ogni nodo che fornisce informazioni sui veicoli della rete, mentre con Farther Relay si indica invece l'idea alla base del meccanismo di broadcast implementato. FROV adotta un approccio multi-hop al broadcast: ogni messaggio viene ritrasmesso da diversi relayer finché non raggiunge la fine dell'insieme di veicoli.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione Attualmente l’automobile rappresenta il principale mezzo di trasporto, utiliz- zato in tutto il mondo da milioni di persone nella loro quotidianità. La grande diffusione di questo mezzo, però, porta spesso ad avere delle situazioni di traffico intenso sulle strade e di conseguenza si vengono a creare delle condizioni di pe- ricolo a causa di fattori quali imprevisti, alte velocità, errori umani, che rischiano di aumentare in modo considerevole la probabilità di incidenti stradali. Per queste ragioni, uno dei principali obiettivi della ricerca del settore è quello di assistere il conducente di un veicolo attraverso la realizzazione di tecnologie che possano incrementare il livello di sicurezza degli occupanti dell’auto durante gli spostamenti. I primi studi si sono concentrati sullo sviluppo di dispositivi col- legati al veicolo in quanto entità fisica, come ad esempio sistemi di assorbimento degli urti (airbag e barre protettive laterali), sistemi per migliorare la stabilità della vettura (ESP) e sistemi per mantenerne la guidabilità in frenata (ABS). Nell’ultimo periodo, gli sforzi della ricerca si sono però orientati sullo studio degli aspetti di cooperazione tra veicoli, in modo che ogni conducente possa ri- cevere quante più informazioni utili durante la guida, come la viabilità per un determinato percorso, eventuali situazioni di pericolo, condizioni ambientali par- ticolari. L’idea di diffondere tali informazioni si basa sulla possibilità di avere sulle vetture sistemi di comunicazione wireless e di localizzazione geografica co- me il GPS. Questi tipi di dispositivi sono già oggi piuttosto diffusi, ma è facile pensare che in breve possano diventare una dotazione praticamente standard. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Simone Grassilli Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 927 click dal 21/04/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.