Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La contabilità semplificata e la competenza economica nelle piccole imprese

Il presente lavoro sulle problematiche della competenza economica nelle imprese minori ha come obiettivo primario il tentativo di dare corpo alla disciplina delle imprese minori che si trova tuttora dispersa in un sempre rilevante numero di disposizioni. Il testo è articolato in tre parti. si è cercato di delineare la normativa fiscale e civile traendo spunto innanzitutto dai punti fondamentali che essa regola e chiarire quali siano le disposizioni compatibili da applicare.

Mostra/Nascondi contenuto.
V Premessa Il presente lavoro sulle problematiche della competenza economica nelle imprese in contabilità semplificata, ha come obiettivo primario il tentativo di dare corpo alla disciplina delle imprese minori che si trova tuttora dispersa in un sempre rilevante numero di disposizioni. Lo scopo proposto nel portare a termina questo lavoro è stato quello di fornire uno strumento che consenta di acquisire i prerequisiti minimi indispensabili per un’agevole e proficua comprensione dei temi trattati. Il testo, articolato in tre parti, è rivolto dapprima alla definizione di alcuni concetti di base e all’esame dei diversi regimi attualmente in vigore. Pertanto, inizialmente mi sono soffermata sull’importanza della definizione di impresa e imprenditore, cercando di individuare e mostrare le diverse figure di imprenditore agricolo e commerciale ed in particolare sui requisiti necessari per identificare il piccolo imprenditore che, pur esercitando un’attività commerciale, gode di particolari agevolazioni. Successivamente, ho focalizzato l’attenzione sulle classificazioni e distinzioni delle imprese al fine di comprendere l’importanza che ha la scelta della forma giuridica, strettamente collegata alle dimensioni aziendali, soprattutto dal punto di vista contabile e fiscale. La fine della prima parte, dato l’elevato grado di importanza rivestita dai regimi contabili, è dedicata a una breve sintesi di quelli attualmente in vigore poiché l’ottimizzazione nella decisione di optare per un particolare regime permette all’imprenditore di conoscere tutti gli aspetti della sua azienda, i suoi punti di forza ed i suoi punti deboli, nonché di verificare, in ogni momento, l’andamento dei risultati della sua gestione.

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Loredana Sapienza Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1940 click dal 21/04/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.