Skip to content

L'Urp nei piccoli comuni. Scelta strategica?

Informazioni tesi

  Autore: Veronica Scardigli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Antonello Zangrandi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 147

Partendo dal presupposto delle leggi in materia di rinnovamento della P.A., con particolare riguardo all'Ufficio Relazioni con il Pubblico, ci si pone l'obiettivo di verificare la strategicità dell'adozione di questo strumento attraverso l'analisi di alcuni casi. Il campo di osservazione è stato ridotto ai comuni con densità inferiore ai 10.000 abitanti, in quanto l'obiettivo della tesi era quello di individuare forme di comunicazione innovative importabili nella realtà del Comune di S. Stefano Magra in provincia di La Spezia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Nel presente elaborato il cui titolo è costituito dalla domanda aperta L'Urp nei piccoli comuni. Scelta strategica? ci si è posti l'obiettivo di articolare una risposta che fornisca indicazioni sul ruolo attribuito all'Urp in questa particolare categoria di enti pubblici. L'argomento è stato trattato attraverso una progressiva restrizione del campo di analisi, dal processo di rinnovamento della P.A., all'individuazione di alcuni strumenti attuativi dello stesso, all'attribuzione, in via intuitiva, all'Urp di un ruolo strategico e, in fine, alla verifica empirica, attraverso l'analisi sul campo di alcuni casi, del ruolo attribuito di fatto all'Urp. La seguente descrizione di come è stato articolato l'elaborato aiuterà a capire la modalità con cui è stato affrontato il problema. L'elaborato consta di tre parti. Nella prima parte è posta l'attenzione sugli aspetti generali della P. A. avvalendosi di un'analisi statica e di una dinamica. L'analisi statica prevede la definizione di P.A. attraverso il richiamo degli elementi principali del "Modello Burocratico", della corrispondenza ad essi dell'organizzazione reale, e l'osservazione di come il termine burocratico, nel tempo, abbia assunto una connotazione negativa. L'analisi dinamica ha l'obiettivo di osservare i cambiamenti che, nel corso degli ultimi anni, la P.A. sta subendo. Il metodo acquisito è di tipo induttivo, prendendo le mosse dall'analisi di un caso eccellente di rinnovamento della P.A., che nella fattispecie è il comune di Bologna, si è cercato di rilevare i fattori che ne hanno determinato il cambiamento. Quest'ultimi sono imputabili al fatto che nuove discipline, in quanto tratte dall'esperienza aziendalistica, hanno posto l'attenzione sulla P.A., rendendo inevitabile l'evoluzione dal "Modello Burocratico" a quello Imprenditoriale. L'analisi dinamica si conclude con il riferimento al percorso seguito dalla normativa in questa direzione, puntualizzando l'attenzione sull'Urp come strumento di orientamento della P.A. ai cittadini. La seconda parte dell'elaborato ha come oggetto la verifica del grado di attuazione della legge sull'Urp, attraverso rilevazioni statistiche effettuate a livello nazionale e a livello regionale, in particolare si fa riferimento alle rilevazioni effettuate in Emilia Romagna e in Liguria. L'analisi procede attraverso la verifica delle modalità con cui è stato istituito, per verificare la misura in cui l'approccio da parte della P.A. è stato di tipo strategico, o di mero adempimento formale. La risposta a questo quesito la si è cercata attraverso l'analisi di alcuni casi di comuni in cui l'Urp è stato istituito. Il criterio, in base al quale è stato definito il campione, è la densità demografica, per cui tutti i casi analizzati hanno un numero di abitanti inferiore a 10.000 unità. Per quanto riguarda la scelta specifica dei casi da analizzare, per quelli situati in Emilia Romagna, che nella fattispecie sono 4, si è fatto riferimento alle indicazioni che definiscono questi casi come i più innovativi, mentre per quel che riguarda quelli situati nella provincia di La Spezia, la scelta è stata imposta dalla necessità di avere chiari riferimenti al contesto di cui anche S.Stefano M. fa parte. Infatti la terza parte è dedicata allo studio di questo comune, con esplicito riferimento alle scelte effettuate in tema di comunicazione. L'obiettivo è quello di affrontare l'approccio alla comunicazione in chiave critica, per metterne in evidenza le potenzialità ed i limiti. In particolare si pone l'attenzione sullo studio di fattibilità per l'istituzione dell'Urp, sulla base delle conoscenze acquisite attraverso l'analisi dei casi. Un aspetto interessante dell'elaborato, sul quale si ritiene valga la pena soffermarsi, è la modalità con cui l'argomento è stato trattato. Si è cercato di dare uno spazio più ampio all'analisi empirica attraverso la descrizione puntuale degli aspetti rilevati sul campo. Questo metodo è stato utilizzato nella prima parte dell'elaborato, come presupposto da cui desumere le innovazioni che nella realtà sono state apportate alla P.A.; nell'ambito di quella che si è definita analisi dinamica, si è applicato il metodo induttivo per pervenire all'elaborazione teorica dell'aspetto analizzato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione pubblica
marketing pubblico
pubblica amministrazione
pubbliche relazioni
relazioni con il pubblico
ufficio relazioni con il pubblico
urp

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi