Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo delle piante medicinali nella sindrome premestruale

Il presente lavoro tratta del ruolo delle piante medicinali nella sindrome premestruale, in particolare si fa riferimento alle tre piante utilizzate empiricamente nell'intento di alleviare i vari sintomi premestuali: Vitaex agnus castus, Hypericum perforatum e Oenothera biennis. Dopo una prima introduzione alla sindrome premestruale, vengono elencati i possibili trattamenti: trattamento farmacologico, trattamento ormonale e trattamento non farmacologico. La tesi si concentra su quest'ultimo, facendo un'analisi dettagliata delle caratteristiche delle tre piante medicinali sopra menzionate.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1-INTRODUZIONE ALLA SINDROME PREMESTRUALE La sindrome premestruale è l’insieme dei sintomi e dei segni che compaiono nella donna durante la fase luteinica del ciclo mestruale (Halbreich U., 2006)₁. Nel 1931 il ginecologo americano Robert T. Frank individuò un disturbo tipicamente femminile, per il quale descrisse un quadro clinico vero e proprio, caratterizzato da sintomi sia fisici che psichici. In una pubblicazione su “Archives of Neurology and Psychiatry”, con l’articolo “Hormonal causes of premenstrual tension “, egli definì tale condizione “tensione premestruale”. Frank collegò questi disturbi alla fase luteinica del ciclo e li attribuì alla “ritenzione”, nell’organismo femminile, di ormoni sessuali che aveva rinvenuto in quantità inferiori alla norma nelle urine delle donne in fase premestruale (Frank R.T., 1931)₂. Nel 1953 Katharina Dalton, ginecologa inglese, pubblicò sul “British Medical Journal” i risultati della sua ricerca sulle manifestazioni del ciclo, coniando insieme al Dr. Raymond Green il termine di Sindrome Premestruale (PMS)₃. La stessa dottoressa Dalton fondò la “National association of premenstrual syndrome” (www.pms.org.uk). Sulla PMS sono fiorite successivamente le più varie ipotesi interpretative e terapeutiche. D’altro canto, il suo impatto sociale crescente è dimostrato dal riconoscimento che tale condizione ha assunto sul lavoro (come assenteismo) e in ambito giuridico (essendo utilizzata sia nelle cause di divorzio e affidamento di minori che, come attenuante, nei processi per atti criminali)₁.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Farmacia

Autore: Pasqualina Deleo Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1699 click dal 30/09/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.