Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto Swisstennis Partner Accademy di Tenero: strumenti per migliorare il mental training

Il tennis è uno sport “Open skills”, ovvero a situazioni aperte.
Durante ogni punto giocato è infatti impossibile prevedere cosa accadrà nel punto successivo e in che modo l’avversario effettuerà il colpo (con quale velocità e direzione e dove si sposterà dopo il colpo?). A differenza di altri sport ( ad esempio il basket con il time-out) si è “soli”e non ci sono “pause” di discussione con il tecnico..
Questo è quindi un lavoro particolare sul tennis,sulle sue peculiarità e sugli strumenti che si possono utilizzare per migliorare il mental training.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa Il tennis è uno sport “Open skills”, ovvero a situazioni aperte. Durante ogni punto giocato è infatti impossibile prevedere cosa accadrà nel punto successivo e in che modo l’avversario effettuerà il colpo (con quale velocità e direzione e dove si sposterà dopo il colpo?). A differenza di altri sport ( ad esempio il basket con il time-out) si è “soli”e non ci sono “pause” di discussione con il tecnico. Inoltre è uno sport di situazione, dove l’atleta deve rispondere in tempi brevissimi a certe situazioni mutevoli di gioco. Ma vi è anche un’azione di questo sport che può essere definita “Closed skills”, nella quale l’atleta ha adeguato tempo per prepararsi ad effettuare un “colpo”che si avvicina a quello ideale: il servizio. Da questi dati viene fuori chiaramente la particolarità di questo sport, dove la componente mentale è fondamentale e prevale su altri aspetti (fisici,tecnici…). Diventa quindi importante per un tecnico, intervenire non soltanto sul processo di crescita tecnico-tattico del talento, ma soprattutto lavorare sull’approccio mentale del giovane atleta. Molte volte un talento lo si nota essere “forte”nei colpi, ma altrettanto lo si può trovare fragile nella fiducia che pone in se stesso. Da qui l’intervento a supporto dei tecnici da parte dello psicologo(o di tecnici che abbiano già competenza in materia di mental training) che può aiutare il giovane talento a superare i palesi limiti di approccio mentale. E’ indispensabile anche che i genitori ripongano massima fiducia nel programma tecnico- psicologico. Giovanni Roma

Tesi di Master

Autore: Giovanni Roma Contatta »

Composta da 17 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 517 click dal 22/09/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.