Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Corporate Social Responsibility: la traiettoria strategica di Eni Holding

Oggetto principale di questa tesi è lo studio delle strategie portate avanti da un’azienda nel corso della sua attività, che concilino il risultato aziendale alle esigenze di responsabilità sociale nei confronti della società, nel rispetto delle norme previste in materia.
Inizialmente si cercherà di ricostruire il dibattito sviluppatosi sulla Corporate Governance nel corso della storia, proseguendo con un esame dei singoli strumenti che le varie normative mettono a disposizione delle imprese, come esse operano, attraverso i canali di comunicazione e strategie sociali che sembrano rientrare sempre di più in un sistema di gestione al pari delle strategie sociali.
In seguito verranno analizzati i risultati di un’analisi empirica compiuta su un campione di 25 Compagnie Petrolifere ottenuti attraverso l’uso del software SPSS. A seguito delle varie analisi eseguite i risultati dimostrano che non vi è un’effettiva influenza delle politiche di CSR nella redditività di una Compagnia Petrolifera.
Le informazioni usate per la stesura di questa tesi sono quelle rese pubbliche dalle Compagnie Petrolifere attraverso i loro report finanziari e ambientali, i siti web delle singole Compagnie e database.

Mostra/Nascondi contenuto.
  5 INTRODUZIONE “Governance” è una parola che ha una lunga storia. Essa deriva dalla radice latina “gubernare”, che significa “guidare” o “governare”, utilizzata in Gran Bretagna fin dal XIV secolo per indicare saggezza e senso di responsabilità. Per quanto questa parola avesse già una connotazione cosi ben definita, il dibattito circa l’importanza e il suo significato vero e proprio è relativamente recente. Oggetto di numerosi studi che, a tratti, nel corso della storia, sono andati infittendosi sempre di più, e hanno finito per assumere un tratto distintivo più adeguato in base alle esigenze e alle condizioni che la società andava via via sviluppando. Tale accezione vuole esprimere il collegamento esistente tra economia e valori sociali. Volendo dare un’idea molto semplice di CSR potremmo parlare di governo dell’impresa avente un occhio di riguardo alle necessità della società e della percezione di tale tematica da parte di essa. La strategia sociale sembrerebbe rientrare a pieno titolo in quell’insieme di strategie più “caratteristiche” di un’azienda. È facile intuire come in un contesto come il nostro, la società si trovi in continuo mutamento a causa di fenomeni che positivamente o negativamente influenzano i nostri comportamenti e quello degli altri nei nostri confronti. Tale fenomeno è legato alla globalizzazione, all’infittirsi delle relazioni dal grande stato fino alla piccola impresa e dalla piccola impresa al contesto sociale in cui agisce e con il quale entriamo in contatto nella nostra quotidianità. Proprio da questo influenzarsi reciprocamente nasce l’esigenza di nuovi bisogni e si crea una percezione più profonda di quelli che possono essere gli aspetti critici della società e, in questo specifico caso, delle imprese che vi operano. Tali imprese hanno cosi l’opportunità di migliorare la propria strategia ricercando sempre idee nuove che si avvicinino alle preferenze della gente, sempre nel rispetto delle normative, offrendo cosi anche garanzia di affidabilità del loro operato. In questo senso diventano importanti le risorse immateriali – know how, cultura aziendale, … - e il coinvolgimento dei portatori d’interesse. Come vedremo, per

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marina Cannas Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2638 click dal 03/07/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.