Skip to content

Corporate Social Responsibility: la traiettoria strategica di Eni Holding

Informazioni tesi

  Autore: Marina Cannas
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Andrea Ganzaroli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 183

Oggetto principale di questa tesi è lo studio delle strategie portate avanti da un’azienda nel corso della sua attività, che concilino il risultato aziendale alle esigenze di responsabilità sociale nei confronti della società, nel rispetto delle norme previste in materia.
Inizialmente si cercherà di ricostruire il dibattito sviluppatosi sulla Corporate Governance nel corso della storia, proseguendo con un esame dei singoli strumenti che le varie normative mettono a disposizione delle imprese, come esse operano, attraverso i canali di comunicazione e strategie sociali che sembrano rientrare sempre di più in un sistema di gestione al pari delle strategie sociali.
In seguito verranno analizzati i risultati di un’analisi empirica compiuta su un campione di 25 Compagnie Petrolifere ottenuti attraverso l’uso del software SPSS. A seguito delle varie analisi eseguite i risultati dimostrano che non vi è un’effettiva influenza delle politiche di CSR nella redditività di una Compagnia Petrolifera.
Le informazioni usate per la stesura di questa tesi sono quelle rese pubbliche dalle Compagnie Petrolifere attraverso i loro report finanziari e ambientali, i siti web delle singole Compagnie e database.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
  5 INTRODUZIONE “Governance” è una parola che ha una lunga storia. Essa deriva dalla radice latina “gubernare”, che significa “guidare” o “governare”, utilizzata in Gran Bretagna fin dal XIV secolo per indicare saggezza e senso di responsabilità. Per quanto questa parola avesse già una connotazione cosi ben definita, il dibattito circa l’importanza e il suo significato vero e proprio è relativamente recente. Oggetto di numerosi studi che, a tratti, nel corso della storia, sono andati infittendosi sempre di più, e hanno finito per assumere un tratto distintivo più adeguato in base alle esigenze e alle condizioni che la società andava via via sviluppando. Tale accezione vuole esprimere il collegamento esistente tra economia e valori sociali. Volendo dare un’idea molto semplice di CSR potremmo parlare di governo dell’impresa avente un occhio di riguardo alle necessità della società e della percezione di tale tematica da parte di essa. La strategia sociale sembrerebbe rientrare a pieno titolo in quell’insieme di strategie più “caratteristiche” di un’azienda. È facile intuire come in un contesto come il nostro, la società si trovi in continuo mutamento a causa di fenomeni che positivamente o negativamente influenzano i nostri comportamenti e quello degli altri nei nostri confronti. Tale fenomeno è legato alla globalizzazione, all’infittirsi delle relazioni dal grande stato fino alla piccola impresa e dalla piccola impresa al contesto sociale in cui agisce e con il quale entriamo in contatto nella nostra quotidianità. Proprio da questo influenzarsi reciprocamente nasce l’esigenza di nuovi bisogni e si crea una percezione più profonda di quelli che possono essere gli aspetti critici della società e, in questo specifico caso, delle imprese che vi operano. Tali imprese hanno cosi l’opportunità di migliorare la propria strategia ricercando sempre idee nuove che si avvicinino alle preferenze della gente, sempre nel rispetto delle normative, offrendo cosi anche garanzia di affidabilità del loro operato. In questo senso diventano importanti le risorse immateriali – know how, cultura aziendale, … - e il coinvolgimento dei portatori d’interesse. Come vedremo, per

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi