Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Reality Show tra realtà e finzione

Il presente lavoro nasce dall’analisi di quel genere televisivo che, sotto l’etichetta di reality show, ha rappresentato un modo indiscutibilmente nuovo di fare televisione, in un’ottica dove i confini tra spettacolo e realtà mirano a divenire sempre più labili e transitori. Dalle ricerche effettuate, tramite l’ausilio di monografie, dossier e articoli specifici, si è tentato di far emergere come il reality, che per sua stessa definizione dovrebbe mostrare la realtà così com’è, puntando lo sguardo sulla vita delle persone comuni o di personaggi noti, miri, di fatto, a fornire il più delle volte una spettacolarizzazione del vissuto. Si tende a dar vita, pertanto, a un legame evanescente tra la televisività dei concorrenti, visti come personaggi a tutti gli effetti, protagonisti di situazioni interessanti per il pubblico, e la loro emotività, che li “riscatta” come individui reali, creando, così, quel fattore di emotainment, che è emerso essere una delle chiavi vincenti dei reality e della new television.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il presente lavoro nasce dall’analisi di quel genere televisivo che, sotto l’etichetta di reality show, ha rappresentato un modo indiscutibilmente nuovo di fare televisione, in un’ottica dove i confini tra spettacolo e realtà mirano a divenire sempre più labili e transitori. Se negli anni ’80 / ’90 del novecento, infatti, si è assistito alla nascita della cosiddetta real tv, con programmi – verità come Telefono Giallo, Ultimo Minuto, Storie Vere, Un giorno in pretura e altri ancora, in cui l’obiettivo era puntato sulle vicende delle persone comuni, con un intervento delle telecamere limitato al massimo, verso la fine degli anni ’90 la tv ha dato vita, invece, ai reality show veri e propri, dal Grande Fratello a Survivor sino ai più recenti L’Isola dei Famosi o La Talpa. Dalle ricerche effettuate, tramite l’ausilio di monografie, dossier e articoli specifici, si è tentato di far emergere come il reality, che per sua stessa definizione dovrebbe mostrare la realtà così com’è, puntando lo sguardo sulla vita delle persone comuni o di personaggi noti, miri, di fatto, a fornire il più delle volte una spettacolarizzazione del vissuto. E’ emerso quanto sia preponderante il peso delle logiche televisive all’interno dei reality, dalla scelta accurata dei concorrenti, che tende ad essere quanto più varia possibile, alla presenza di una sceneggiatura già abbozzata prima ancora dell’inizio del programma, dalla

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Paolo Zampardi Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11842 click dal 08/05/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.