Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un caso di disabilità psico-fisica nella scuola primaria. Intervento e rilevazione dei successi nell'integrazione scolastica del bambino diversamente abile.

Questo lavoro è la dettagliata documentazione del mio percorso formativo in qualità di insegnante di sostegno e presenta una parte di ricognizione iniziale in cui analizzo il macrocontesto scolastico con particolare riferimento alle attività tese a favorire i processi d’integrazione dei bambini con disabilità; segue una sezione di presentazione del caso che include la diagnosi clinica e funzionale dell’alunno, il suo P.E.I. e i risultati dei colloqui effettuati con l’insegnante di sostegno; quindi la registrazione dei risultati della mia osservazione (effettuata sia con l’ausilio di check-list, sia con il metodo diaristico), una parte teorica che supporta l’ipotesi d’intervento concretizzata in un’unità didattica ed infine le mie riflessioni sull’esperienza effettuata.

Mostra/Nascondi contenuto.
4    INTRODUZIONE Il lavoro che segue vuol essere una sorta di documentazione del mio percorso formativo in qualità di futura insegnante di sostegno e presenta una parte di ricognizione iniziale in cui analizzo il macrocontesto scolastico con particolare riferimento alle attività tese a favorire i processi d’integrazione dei bambini con disabilità; segue una sezione di presentazione del caso che include la diagnosi clinica e funzionale dell’alunno, il suo P.E.I. e i risultati dei colloqui effettuati con l’insegnante di sostegno; quindi la registrazione dei risultati della mia osservazione (effettuata sia con l’ausilio di check-list, sia con il metodo diaristico), una parte teorica che supporta l’ipotesi d’intervento concretizzata in un’unità didattica ed infine le mie riflessioni sull’esperienza effettuata. Quanto al tirocinio, questo termine deriva dal latino tirocinium ossia “la prima esperienza militare”; in seguito ha assunto il significato più ampio di “preparazione pratica necessaria per esercitare un mestiere o una professione”. In questo senso il tirocinio è sinonimo di apprendistato, che è una delle più antiche forme di educazione. In ambito didattico il tirocinio è presente quale strumento efficace per la formazione dei futuri docenti, pertanto, in questo nuovo contesto, il termine ha assunto un significato nuovo: quello di offrire un’opportunità reale e concreta per coniugare teoria e pratica, studio e lavoro, formazione e professione. Le mie aspettative, nel momento in cui ho intrapreso questo percorso formativo, erano polarizzate sull’idea che sia la formazione in aula, sia il tirocinio diretto potessero essere validi strumenti per favorire, in una persona che si prepara alla professione di insegnante, un corretto mix di competenze teoriche e pratiche. Ora, al termine di questo iter, posso affermare con tutta sicurezza che esso mi ha consentito di agire come

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Raffaella Chirulli Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9471 click dal 13/05/2009.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.