Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misurazione e comparazione del dispendio energetico tra allenamento aerobico con palla e allenamento aerobico a secco nel calcio

Il problema principale che occorre risolvere quando si cerca di pianificare una seduta di allenamento è quello di quantificare il lavoro che si propone all’atleta o alla squadra.
Non ci sono dubbi che ad uno stesso carico esterno (insieme di esercizi-stimoli scelti), svolto da più soggetti, corrisponda un carico interno differente (la reazione dell’organismo al carico esterno) che varia da soggetto a soggetto, in funzione delle caratteristiche del soggetto, del suo grado di allenamento, condizioni climatiche, ecc.
Nel calcio, e non solo, è in crescendo l’esigenza di proporre allenamenti che siano quanto più correlati possibili con il modello prestativo di gara. Quindi la scelta del lavoro da parte del preparatore fisico dovrebbe essere indirizzata verso esercitazioni che abbiano al suo interno l’utilizzo della palla.
Di conseguenza, nelle sedute di allenamento con palla, il carico interno può variare in base alla capacità tecniche dei calciatori, i quali possono avere delle risposte psico-fisiche differenti, in base alla loro capacità di saper “gestire” la palla.
Nel corso di questo lavoro valuteremo e confronteremo, un esempio di esercitazione utilizzata nel calcio, e quanto questa possa incidere sul il dispendio energetico se svolta con l’utilizzo della palla.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il problema principale che occorre risolvere quando si cerca di pianificare una seduta di allenamento è quello di quantificare il lavoro che si propone all’atleta o alla squadra. Non ci sono dubbi che ad uno stesso carico esterno (insieme di esercizi-stimoli scelti), svolto da più soggetti, corrisponda un carico interno differente (la reazione dell’organismo al carico esterno) che varia da soggetto a soggetto, in funzione delle caratteristiche del soggetto, del suo grado di allenamento, condizioni climatiche, ecc. Nel calcio, e non solo, è in crescendo l’esigenza di proporre allenamenti che siano quanto più correlati possibili con il modello prestativo di gara. Quindi la scelta del lavoro da parte del preparatore fisico dovrebbe essere indirizzata verso esercitazioni che abbiano al suo interno l’utilizzo della palla. Di conseguenza, nelle sedute di allenamento con palla, il carico interno può variare in base alla capacità tecniche dei calciatori, i quali possono avere delle risposte psico-fisiche differenti, in base alla loro capacità di saper “gestire” la palla. Nel corso di questo lavoro valuteremo e confronteremo, un esempio di esercitazione utilizzata nel calcio, e quanto questa possa incidere sul il dispendio energetico se svolta con l’utilizzo della palla.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Claudio Cava Contatta »

Composta da 28 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2266 click dal 21/05/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.