Skip to content

Employer branding process: il caso Ferrero

Informazioni tesi

  Autore: Vanessa Candido
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Gabriele Lizzani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 108

Da quando Michaels &co. hanno coniato l'espressione "guerra dei talenti", le aziende hanno iniziato a capire l'importanza che le risorse umane rivestiranno nel tempo come motore del successo aziendale. Da qui la nascita dell'employer branding e il rafforzarsi delle politiche di attraction e retention. La metodologia della co- costruzione adottata come modalità strategica nella costruzione della Ferrero employer image: un'azienda da sempre riservata e che ha sempre lasciato parlare il prodotto, si affida ad un gruppo di talenti universitari (target di talenti esterni)e ai propri dipendenti (target dipendenti interni),che danno vita a "Tutto il mondo parla Ferrero". Esso costituisce un insieme di strumenti e media che permetteranno all'azienda di essere competitiva nella guerra dei talenti e porsi in maniera innovativa verso il proprio target.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREFAZIONE L’idea di lanciare un progetto di Employer Branding in Ferrero è nata con il mio arrivo ad ottobre 2006 alla guida della HR della Ferrero S.p.A.. Dopo 17 anni di carriera internazionale in diverse aziende del Gruppo Ferrero, iniziavo una importante e sfidante responsabilità, conscio delle complessità ma dall’altra convinto di avere delle grandi risorse a disposizione data l’importanza delle dimensioni aziendali, dei brand e della leadership di mercato nel settore dolciario. Quale sorpresa fu quella di apprendere che la Ferrero in Italia avesse difficoltà a reperire talenti. Una contraddizione in termini che mi spinse a riflettere superando la tesi sino a quel momento individuata dell’Azienda rinomata con processo di selezione di bassa qualità. Le classifiche più qualificate indicavano chiaramente che i talenti non erano attirati dalla Ferrero. Arrivando da fuori, per me fu più facile intuire che ci fosse un nesso. Insomma cominciai a pensare che la scelta strategica di comunicare solo il prodotto e mai l’Azienda, fosse stata certamente una delle chiavi di successo commerciale di Ferrero ma che purtroppo avesse originato una criticità, che nell’era della rivoluzione della comunicazione stesse determinando una controindicazione nell’immagine percepita dai giovani e in particolare dalla realtà del target dei talenti. Nella primavera 2007, uno studio da me commissionato e realizzato dalla ESCP-EAP confermò l’impressione, regalandoci anche le chiavi di lettura. Con quelle convinsi il Comitato di Direzione, lo slogan tanto pesante quanto provocatorio dell’incontro decisivo citava il talento che mangiava Rocher ma che, per lavorare, cercava un’altra Azienda. Intanto cominciai a frequentare qualche incontro centrato sul tema dell’employer branding. E’ lì nacque l’incontro con Gabriele Lizzani. A quel tempo lo ritenni una casualità fortunata. In realtà quando parli di questo tema non puoi che incontrare Lizzani, che oltre ad essere docente dell’unica cattedra incentrata su questo tema, ha fatto della materia l’oggetto di esperienze con Aziende a livello nazionale di assoluta qualità maturando una professionalità tanto unica quanto antesignana. Ecco da qui è nata una collaborazione fruttuosa che mi ha permesso di realizzare in Ferrero un’esperienza straordinaria che ha convinto superando gli iniziali scetticismi interni, tutta la Ferrero italiana, ottenendo lo sponsor anche dei vertici della capogruppo, la Ferrero International. Il lavoro di realizzazione è stato lungo e appassionante. Lungo perché durato un anno e appassionante perché originale sia nei contenuti che nelle modalità. Soprattutto la modalità ha rappresentato per me un fattore di grande emozione. Si è trattato infatti di costruire l’esperienza con il target di riferimento, insomma insieme ai giovani, nell’Università e con le Università. Un’idea innovante e geniale al tempo stesso, frutto dei tempi che cambiano. I giovani della Sapienza sono entrati in Azienda e ci hanno “messo la tenda”. Hanno lavorato insieme alle nostre risorse favorendo uno scambio arricchente per entrambi. E hanno reintepretato Ferrero con acume e effervescenza dando forma ad una comunicazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

attraction
co-costruzione
comunicazione
covey
employer branding
lizzani
marketing
michaels
retention
risorse umane
talenti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi