Skip to content

Parole dal privato omosessuale: auto-poiesi della coppia aperta

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Migoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Antropologiche
  Corso: Scienze antropologiche
  Relatore: Francesca Sbardella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 184

In questo lavoro ho cercato di esporre la mobilità del concetto di matrimonio, cosa si possa intendere oggi per coppia, ho messo in relazione la coppia con la famiglia, e provato a descrivere alcuni aspetti peculiari delle relazioni amorose fra persone omosessuali, le quali sono a tutti gli effetti ‘famiglie’. Ho ripreso la teoria sull’auto-poiesi della coppia omosessuale elaborata da Fruggeri (2005), applicandola in ottica antropologica a quel particolare contesto relazionale che prevede l’accordo fra partner primari per una non esclusività sessuale. Esaminando sei casi di coppie omosessuali aperte italiane, incontrate e intervistate fra i mesi di Giugno e Agosto 2008, ho esposto cosa si può intendere per processo di apertura della coppia, quali siano i rischi di una definizione univoca ed essenzialista, gli elementi pregiudizievoli potenzialmente legati ad essa. Ho elaborato inoltre la decostruzione dei concetti di tradimento, possessività, gelosia, sesso emersi nelle interviste, cercando inoltre di prospettare la possibilità che la stessa dialettica di coppia su questi temi, sviluppantesi dal processo di apertura sessuale, possa essere performativa delle relazioni. Influenzato dalla mia stessa ottica – la quale, più o meno esplicitamente e scientificamente, sospetta nella non esclusività sessuale uno strumento efficace alla relazionalità omosessuale – ho proposto che in questo particolare tipo di coppia la continua negoziazione delle regole e delle dimensioni dell’apertura si declini spesso in un dialogo sui confini, dialogo che veicola di per sé dei forti meccanismi identitari, contemporaneamente individuali e duali. Ritengo infine personalmente che la coppia sia uno strumento molto efficace per ricordarsi gli appuntamenti prossimi e dimenticare l’ultimo. Ho intervistato universi che mi hanno raccontato il loro modo di amarsi, in un continuo strabordare di particolarismi e sfumature soggettive che hanno messo profondamente a rischio la mia capacità di sintesi razionale. Senza paura posso dire di essermi immerso nell’amore altrui, il quale, nel materializzarsi in parole opere e concetti, non ha comunque perso nulla della miscela di fatiche e gioie quotidiane del viversi, non ha comunque rivelato molto del segreto che tiene unite due persone negli anni, finché dura. Le coppie contattate mi hanno insegnato che la separazione fra sentimento e corporeità merita un’analisi attenta e particolareggiata, chi la pratica merita un profondo rispetto: si tratta infatti di esperti in diplomazia del corpo-mente, ascoltatori, tendenti alla più chiara onestà, di desideri propri e altrui, ma anche mesti esponenti di bisogni che più umani non si può. Lontano dall’idea di aver risolto alcunché, ritengo con questo lavoro di aver illuminato a me stesso il cammino verso un interessante approfondimento antropologico, ma soprattutto di aver dato meriti e visibilità a una realtà privata carica di potenziali riflessi nel sociale, ancora tutti da scoprire.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Secondo Woody Allen “il matrimonio è quell’arte di risolvere in due quei problemi che da solo non avresti”: essendo arrivato a oggi al terzo matrimonio, sembrerebbe che tale creazione e risoluzione duale di pro- blemi continui tuttavia ad avere anche per lui un certo fascino. In questo lavoro – quantomeno caparbio e a tratti epistemologicamen- te impertinente – ho cercato di esporre come stia cambiando appunto il concetto di matrimonio, cosa si possa intendere oggi per coppia, ho mes- so in relazione la coppia con la famiglia, e provato a descrivere alcuni a- spetti peculiari delle relazioni amorose fra persone omosessuali, le quali, udite udite, sarebbero a tutti gli effetti ‘famiglie’. Ho ripreso teorie sull’auto-poiesi della coppia omosessuale, cercando di rielaborarle e ap- plicarle in ottica antropologica a quel particolare contesto relazionale che prevede l’accordo fra partner primari per una non esclusività sessuale. Esaminando sei casi di coppie omosessuali aperte italiane, incontrate e intervistate fra i mesi di Giugno e Agosto 2008 in varie parti del Paese, ho esposto cosa si può intendere per processo di apertura della coppia, quali siano i rischi di una definizione univoca ed essenzialista, gli ele- menti pregiudizievoli potenzialmente legati a essa. Ho elaborato la deco- struzione dei concetti di tradimento, possessività, gelosia, sesso emersi nelle interviste, cercando inoltre di prospettare la possibilità che la stessa dialettica di coppia su questi temi, sviluppantesi dal processo di apertura sessuale, possa essere performativa delle relazioni. Influenzato dalla mia stessa ottica – la quale, più o meno esplicitamente e scientificamente, so- spetta nella non esclusività sessuale uno strumento efficace alla relazio- nalità omosessuale – ho proposto che in questo particolare tipo di coppia la continua negoziazione delle regole e delle dimensioni dell’apertura si declini spesso in un dialogo sui confini, dialogo che veicola di per sé dei forti meccanismi identitari, contemporaneamente individuali e duali. L’analisi si chiude inoltre con diversi rimandi a ricerche da farsi, che vogliono essere stimoli personali al proseguimento e ampliamento dei complicati temi che qui, per questioni di sede, si sono solo brevemente accennati. In arrogante competizione col sopraccitato, ritengo infine personal- mente che la coppia sia invece uno strumento molto efficace per ricordar- si gli appuntamenti prossimi e dimenticare l’ultimo. Ho intervistato uni- versi che mi hanno raccontato il loro modo di amarsi, in un continuo strabordare di particolarismi e sfumature soggettive che hanno messo profondamente a rischio la mia capacità di sintesi razionale. Senza paura posso dire di essermi immerso nell’amore altrui, il quale nel materializ- zarsi in parole, opere e concetti, non ha comunque perso nulla della mi- scela di fatiche e gioie quotidiane del viversi, non ha comunque rivelato molto del segreto che tiene unite due persone negli anni, finché dura. Le coppie contattate mi hanno insegnato che la separazione fra sentimento e corporeità merita un’analisi attenta e particolareggiata, chi la pratica me- rita un profondo rispetto: si tratta infatti di esperti in diplomazia del cor-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amore
auto-poiesi
coppia
coppia aperta
coppie aperte
corpo
esclusività sessuale
famiglia
gelosia
geloso
incorporazione
matrimonio
omosessuale
omosessualità
partner
possessività
possessivo
privato
promiscuità
promiscuo
relazioni
sesso
tradimento
tradire

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi