Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Supply Chain Management (SCM): le logiche di approvvigionamento ed il ruolo della reputazione

Con questo elaborato ho voluto rivolgere l’attenzione su uno degli elementi focali dell’organizzazione aziendale, che se creato e gestito in maniera efficace, può rappresentare un evidente elemento di vantaggio competitivo sul proprio mercato di riferimento. Sto parlando della supply chain.

La Supply Chain o catena di approvvigionamento, è rappresentata dal processo di movimento dei beni dall’ordine del consumatore attraverso le tappe dell’approvvigionamento di materie prime, produzione e distribuzione dei prodotti al consumatore.
Ogni azienda ha una differente supply chain, e ciò in ragione delle differenti dimensioni dell’azienda stessa e dal tipo di bene prodotto.
Esistono dei sistemi di gestione della supply chain. Tali sistemi prendono il nome di SCM. L’ SCM è un insieme di approcci utilizzati per integrare in modo efficiente fornitori, produttori, distributori e punti vendita, in modo che la merce sia prodotta e distribuita nella quantità giusta, ai punti giusti ed al momento giusto, con l’obiettivo di minimizzare i costi dell’intero sistema garantendo le esigenze di livello di servizio.
Ma la parte sicuramente più interessante riguarda il terzo capitolo dell’elaborato.
Questa parte è incentrata sull’analisi dell’effetto di uno dei principali elementi che influenzano la supply chain: la reputazione.

In questa parte riporto una analisi proposta da un gruppo di economi statunitensi che tentano di analizzare l’impatto dell’effetto reputazione/prezzo dei prodotti in relazione alle quote di mercato raggiunte dai singoli agenti.


Nel mondo degli affari la reputazione riflette un aggregato che comprende più fattori: la qualità dei prodotti venduti, l’affidabilità delle transazioni finanziarie e/o il livello del servizio alla clientela. Nel nostro modello di simulazione la reputazione è misurata in termini di esperienza nelle transazioni con un dato fornitore.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Nella storia dell’uomo nessun secolo ha mai vissuto profondi cambiamenti sociali e tecnologici come il novecento. Nella seconda metà del 1800, quando lo sviluppo industriale iniziava a prendere corpo e l’azienda costituiva la centralità della realtà economica mondiale, le grandi strutture erano costituite da organizzazioni estremamente snelle, prive di qualsiasi soggetto manageriale, coordinate dal capo fabbrica, da poche figure di gestione operativa e da una grande massa di operatori direttamente coinvolti nei processi di lavorazione che era rappresentata dai salariati. Nell’ultimo secolo il management si è progressivamente affermato con un successo senza precedenti, imponendosi come istituzione principale dell’economia aziendale, ed in definitiva, come irrinunciabile fattore di crescita industriale. È innegabile poi che uno dei principali elementi di crescita economica e sociale sia rappresentato dalla rapida evoluzione della tecnologia, dell’elettronica e della telematica. La diffusione del mezzo informatico in particolare, e la relativa formazione professionale, sono stati gli elementi che più hanno influito sul miglioramento della struttura gestionale ed organizzativa aziendale. Il prepotente avvento della tecnologia informatica ha permesso l’elaborazione di enormi volumi di informazioni in tempo reale, rendendo rapidamente obsoleti i vecchi sistemi operativi, i vecchi comportamenti e le consolidate professionalità specifiche, imponendo alla singola azienda ed al singolo soggetto professionale continui aggiornamenti tecnici e gestionali ed inducendo nel caso dell’azienda, il rapido adeguamento alle moderne logiche operative che sfociano principalmente nella flessibilità.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Nicola Catapano Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3822 click dal 18/06/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.