Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Leveraged Buy-Out

Il fine ultimo dell’impresa, istituto economico-sociale che svolge la funzione economica di produzione di beni e servizi, è la creazione di ricchezza, ossia di valore. Ciò ne garantisce lo sviluppo e la sopravvivenza duraturi, rendendo possibile soddisfare, secondo modalità differenti, le esigenze degli stakeholder che a vario titolo apportano risorse funzionali e necessarie alla gestione aziendale. Si tratta, pertanto, di uno scopo di lungo periodo rispetto a cui vanno orientate tutte le attività d'impresa.
Partendo da questa considerazione, il presente lavoro si prefigge l’obiettivo di analizzare le operazioni che passano sotto il nome di Leveraged Buy Out, inquadrandole in quelle che sono le strategie di crescita perseguite dall’impresa nell’ottica di creazione del valore e di sopravvivenza nel lungo periodo.
Vengono quindi trattate innanzitutto le varie strategie di crescita che possono essere attuate dalle imprese, distinguendo tra modalità di crescita contrattuale, crescita interna e crescita esterna. Il leveraged buy out è un’ operazione che si inserisce proprio in quest’ultima tipologia di crescita e che rappresenta una tecnica di acquisizione, attuata appunto, con ricorso all’indebitamento.
Con il termine di leveraged buy out, infatti, si individuano tutte quelle operazioni che prevedono l'acquisizione di una società con fondi derivanti prevalentemente da capitale di debito.
Essendo molto spinto l’indebitamento, e dunque lo sfruttamento della leva finanziaria, tale operazione è caratterizzata da una rischiosità intrinseca strutturalmente più elevata rispetto a quanto normalmente osservato nel mercato della riallocazione proprietaria delle imprese.

Si tratta di un fenomeno alquanto complesso e, come tale, in grado di essere analizzato e studiato da diverse prospettive di indagine.
Dopo una completa panoramica sui LBO, nella seconda parte di questo lavoro l’analisi è stata focalizzata su una particolare tipologia, ovvero il Family Buy Out che consente ai soci fondatori ed eredi di un’impresa a carattere familiare di acquistare le azioni o le quote dei familiari uscenti, rivolgendosi a soggetti terzi per reperire le liquidità necessarie per effettuare tali operazioni.
La scelta di un’analisi approfondita a questo tipo di operazione è legata principalmente alla peculiarità del sistema industriale italiano, caratterizzato, come è noto, per la maggioranza da imprese a carattere familiare, e dall’importanza che questa tipologia di LBO può assumere durante una fase molto delicata quale quella del passaggio generazionale.
Infine viene analizzato un family buy out di successo attuato nel 1996 dalla Mirato Spa, società leader nel mercato italiano dell'igiene e bellezza. I brillanti risultati ottenuti dalla società fanno di questa operazione di FBO una delle più riuscite degli ultimi 15 anni.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il fine ultimo dell’impresa, istituto economico- sociale che svolge la funzione economica di produzione di beni e servizi, è la creazione di ricchezza, ossia di valore. Ciò ne garantisce lo sviluppo e la sopravvivenza duraturi, rendendo possibile soddisfare, secondo modalità differenti, le esigenze degli stakeholder che a vario titolo apportano risorse funzionali e necessarie alla gestione aziendale. Si tratta, pertanto, di uno scopo di lungo periodo rispetto a cui vanno orientate tutte le attività d'impresa. Partendo da questa considerazione, il presente lavoro si prefigge l’obiettivo di analizzare le operazioni che passano sotto il nome di Leveraged Buy Out, inquadrandole in quelle che sono le strategie di crescita perseguite dall’impresa nell’ottica di creazione del valore e di sopravvivenza nel lungo periodo. Nel primo capitolo vengono quindi trattate le varie strategie di crescita che possono essere attuate dalle imprese, distinguendo tra modalità di crescita contrattuale, crescita interna e crescita esterna. Il leveraged buy out è un’ operazione che si inserisce proprio in quest’ultima tipologia di crescita e che rappresenta una tecnica di acquisizione, attuata appunto, con ricorso all’ indebitamento. Con il termine di leveraged acquisitions, infatti, si individuano tutte quelle operazioni che prevedono

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Michela Trani Contatta »

Composta da 182 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3341 click dal 23/06/2009.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.