Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sessioni di Teletandem italiano-russo: tra cultura e lingua

Il presente lavoro di tesi si propone di analizzare la prima fase esplorativa del progetto TeleTandem Italia (TTI) nell’Università del Salento.
Il TTI ha permesso a studenti italiani della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di interagire con studenti di lingua e cultura russa in modo orale, e non solo scritto (e-tandem), attraverso software di Instant messaging, come Skype o MSN Messenger.
Lo studio si focalizza sulle interazioni avvenute nel corso di sessioni italiano-russo audio e chat di cinque differenti coppie di studenti, in ognuna delle quali i partner hanno assunto a turno il ruolo di apprendente della lingua straniera e quello di “tutor” della propria lingua madre.
Nella parte introduttiva si esamina la teoria della comunicazione mediata dal computer (CMC), la quale induce all’utilizzo di applicazioni online avanzate che rendono l’apprendente partecipe e attivo nel processo di acquisizione della L2 attraverso metodi di collaborazione.
Il primo capitolo comprende sia l’analisi riguardante le modalità, le procedure e i tempi di attuazione del TTI che l’analisi, attraverso esempi di strategie di comunicazione e di apprendimento (commutazione di codice e negoziazione di significato), dello sviluppo del sistema di interlingua dei partecipanti al progetto, nell’ambito di un processo di apprendimento autonomo in contesti informali.
Nel secondo capitolo si analizza il TTI come forma di insegnamento/apprendimento collaborativo in cui si verifica uno scambio di conoscenze che ingloba in sé aspetti non solo linguistici ma anche socioculturali. A tal proposito, nel capitolo si riportano esempi di aspetti linguistici influenzati da fattori culturali. Le sessioni italiano-russo prese in esame in questo studio sono state organizzate in base a temi prestabiliti, finalizzati a un costante confronto tra la cultura russa e quella italiana.
Chiude il lavoro un capitolo di valutazioni finali, in cui emergono riflessioni scaturite dall’analisi dei dati raccolti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. APPRENDIMENTO DELLA LINGUA RUSSA IN-TANDEM 1.1 Il progetto Il progetto nasce sulla base di un apprendimento che coinvolga sia il livello linguistico sia la sfera socioculturale dell’italiano e del russo, attraverso l’instaurarsi di relazioni tra i partner, che assumono il ruolo o di semplice apprendente o parlante nativo. 1.1.1. Partecipanti Cinque studenti italiani al terzo anno di corso della facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università del Salento e cinque studenti russi provenienti in parte dal RGGU (РГГУ - Российский Государственный Гуманитарный Университет) e in parte dal MGIMO (МГИМО - Московский Государственный институт международных отношений) hanno partecipato volontariamente allo scambio Teletandem. Due responsabili del progetto, una docente italiana e una docente russa, hanno seguito la progettazione e l’andamento del Teletandem. Il livello individuale della lingua russa degli studenti italiani era simile, in quanto frequentanti lo stesso anno e lo stesso tipo di corso, al contrario dei partner russi, che avevano differenti livelli di L2, dal basico al più avanzato. Tutti i partecipanti durante il progetto, avevano un’età compresa tra i 18 e i 22 anni. 1.1.2. Tempi Il Progetto Teletandem è stato intrapreso nei primi giorni di marzo 2008, in via sperimentale e si è protratto per quasi tutto il secondo semestre. Per entrambi i gruppi il potenziamento autogestito ma strutturato della lingua oggetto di studio, ha rappresentato il fine primario dello scambio, avvenuto settimanalmente per dieci sessioni di circa due ore ciascuna. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Laura Inguscio Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2214 click dal 27/07/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.