Skip to content

Russia e Cina: interessi convergenti e divergenti in Asia centrale e conseguenze sullo sviluppo della Shanghai Cooperation Organization

Informazioni tesi

Geopolitica e sicurezza globale
  Autore: Fabrizio Renna
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2007
Docente/Relatore: Paolo Prof. Simoncelli
Istituito da: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46


Due grandi eventi negli ultimi anni hanno sconvolto lo scenario delle relazioni internazionali, e portato alle attuali competizioni in atto nel mondo per la ri-definizioni degli equilibri di potenza, regionali e globali: il crollo dell’Unione Sovietica agli inizi degli anni Novanta, e l’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001, con la conseguente scelta degli Stati Uniti di lanciare la propria guerra al terrorismo.
Entrambi gli eventi hanno condizionato in modo decisivo la regione dell’Asia centrale, impostando i termini di una competizione tuttora in corso, che qualcuno ha voluto raccontare definendola “New Great Game” , in riferimento al “Grande Gioco” ottocentesco .
“New entries” del “Nuovo grande gioco”, sono Stati Uniti e Cina. In particolare gli Stati Uniti si sono da subito inseriti nel vuoto di potere lasciato dalla caduta dell’URSS grazie alla penetrazione commerciale e all’appoggio portato alle opposizioni interne dei nuovi stati, dominati per lo più ancora da oligarchie di matrice sovietica. Un peso che è però cresciuto enormemente, trasformandosi da influenza esterna in presenza diretta all’indomani degli attacchi alle Twin Towers dell’11 settembre 2001: con la conseguente invasione dell’Afghanistan, e l’installazione di basi militari nei paesi confinanti (Kirghizstan ed Uzbekistan), oltre all’appoggio degli altri paesi dell’area nel nome della comune lotta al terrorismo internazionale, gli Usa si sono inseriti direttamente nella partita per partecipare al controllo indiretto del Caucaso.
Proprio questo inserimento degli Usa nell’area, è stato uno dei motori che hanno portato alla formazione del Forum Shanghai Five prima (1996, composto da Russia, Cina, Tagikizstan, Krighyzstan e Kazakhstan), e della Shanghai Cooperation Organization poi (2001, con l’aggiunta dell’Uzbekistan).
Una organizzazione di cooperazione in cui però il ruolo dei due paesi che hanno portato alla formazione stessa dell’Organizzazione, Russia e Cina, rimane decisivo. Secondo alcuni la SCO si reggerebbe proprio su di una struttura doppia: da una parte il grande potere dei due giganti asiatici (o eurasiatici), dall’altra l’asimmetrico potere degli altri stati dell’Asia centrale .
L’obiettivo comune di limitare l’espansione degli interessi statunitensi in Oriente, ha unito Russia e Cina, allo scopo di costruire una sorta di diga strategica sullo scacchiere del “Nuovo grande gioco”, dietro la quale vengono rinforzati i rapporti economici (in particolare accordi riguardanti le forniture energetiche) e politici con i paesi centroasiatici, altrimenti a rischio rispetto ad eventuali pressioni occidentali.
Tuttavia è lecito chiedersi se gli interessi di Mosca e Pechino, confluiti nella realizzazione della SCO, convergeranno anche nel medio e lungo termine, nella regione come nel resto degli scenari globali d’azione.
La presente ricerca analizzerà gli interessi globali e regionali di politica estera dei due paesi ‘guida’ della SCO, Russia e Cina appunto, cercando di coglierne convergenze e possibili divergenze
Quanto da parte di Russia e Cina la volontà di fare dell’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai un attore realmente di peso e considerato sullo scenario internazionale, condizioni anche le scelte degli altri paesi centroasiatici.
Si cercherò quindi di disegnare i possibili futuri scenari delle relazioni cino – russe, basate o meno in prospettiva sulla collaborazione piuttosto che sulla rivalità. Il fine della ricerca sarà analizzare come l’attuale stato, ed i possibili sviluppi, delle relazioni cino – russe, condizioneranno anche i futuri scenari dell’evoluzione della Shannghai Cooperation Organization.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Due grandi eventi negli ultimi anni hanno sconvolto lo scenario delle relazioni internazionali, e portato alle attuali competizioni in atto nel mondo per la ri-definizioni degli equilibri di potenza, regionali e globali: il crollo dell’Unione Sovietica agli inizi degli anni Novanta, e l’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001, con la conseguente scelta degli Stati Uniti di lanciare la propria guerra al terrorismo. Entrambi gli eventi hanno condizionato in modo decisivo la regione dell’Asia centrale, impostando i termini di una competizione tuttora in corso, che qualcuno ha voluto raccontare definendola “New Great Game” 1 , in riferimento al “Grande Gioco” ottocentesco 2 . “New entries” del “Nuovo grande gioco”, sono Stati Uniti e Cina. In particolare gli Stati Uniti si sono da subito inseriti nel vuoto di potere lasciato dalla caduta dell’URSS grazie alla penetrazione commerciale e all’appoggio portato alle opposizioni interne dei nuovi stati, dominati per lo più ancora da oligarchie di matrice sovietica. Un peso che è però cresciuto enormemente, trasformandosi da influenza esterna in presenza diretta all’indomani degli attacchi alle Twin Towers dell’11 settembre 2001: con la conseguente invasione dell’Afghanistan, e l’installazione di basi militari nei paesi confinanti (Kirghizstan ed Uzbekistan), oltre all’appoggio degli altri paesi dell’area nel nome della comune lotta al terrorismo internazionale, gli Usa si sono inseriti direttamente nella partita per partecipare al controllo indiretto del Caucaso. Proprio questo inserimento degli Usa nell’area, è stato uno dei motori che hanno portato alla formazione del Forum Shanghai Five prima (1996, composto da Russia, Cina, Tagikizstan, Krighyzstan e Kazakhstan), e della Shanghai Cooperation Organization poi (2001, con l’aggiunta dell’Uzbekistan). Una organizzazione di cooperazione in cui però il ruolo dei due paesi che hanno portato alla formazione stessa dell’Organizzazione, Russia e Cina, rimane decisivo. Secondo alcuni la SCO si reggerebbe proprio su di una struttura doppia: da una parte il grande potere dei due giganti asiatici (o eurasiatici), dall’altra l’asimmetrico potere degli altri stati dell’Asia centrale 3 . 1 Una definizione ora ripresa da molti, ma ‘coniata’ da, Peter Hopkirk, “The New Great game: The struggle for Empire in Central Asia, Tokyo, Kondasha International, 1994 2 L’espressione ‘Grande gioco’, era stata coniata dal Capitano inglese Arthur Connolly, intendendo così definire il centenario confronto (1807 – 1907) tra Russia e Gran Bretagna per l’egemonia sull’Asia Centrale. 3 Iwashita Akihiro, “The Shanghai Cooperation Organization and its implications for Eurasia Security” 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

asia centrale
great game
organizzazione per la cooperazione di shanghai
russia cina
sco
shangai cooperation organization

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi