Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicare in un mercato estero

La dissertazione si occupa della comunicazione aziendale di alcune imprese farmaceutiche italiane con sede a Barcellona. Dopo un'introduzione sui caratteri salienti di un business plan (o piano aziendale), vengono passate in rassegna le caratteristiche fondamentali degli investimenti esteri nella capitale catalana.
La seconda parte, poi, lascia la teoria per inoltrarsi più nel profondo tra le linee concrete d'azione delle aziende. Mi è stato possibile, infatti, mettere in atto interviste di persona a funzioni aziendali altamente legate alla mia ricerca, dall'addetta alle pubbliche relazioni, alla responsabile affari istituzionali o comunicazione e corporate branding.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo 1 La comunicazione economico-finanziaria Nel quadro di un testo che si vuole occupare nello specifico di comunicazione economico-finanziaria, dobbiamo iniziare ricordando che l'impresa o azienda ha la sua espressione giuridica nella società. La comunicazione economica è la trasmissione di informazioni dalla direzione aziendale a tutti – o solo ad alcuni - gli interlocutori sociali circa l'evoluzione dell'assetto reddituale, finanziario e patrimoniale dell'impresa. Ecco perché la comunicazione finanziaria ne costituisce solo una parte circoscritta, cioè quella che si basa essenzialmente sulla relazione con gli operatori del mercato dei capitali – suoi particolari destinatari – all'interno del mondo finanziario. Per quest'ultimo s’intende il mercato dove le società che ne sono in possesso cedono le azioni. Le aziende che sono state scelte in questo lavoro di ricerca sono filiali di aziende farmaceutiche italiane di dimensioni differenti, ma nessuna delle quali risulta quotata in Borsa né sul mercato italiano né su quello spagnolo – che è quello al quale mi riferisco -. Conseguentemente, l'approfondimento riguarderà il corposo ambito della comunicazione aziendale, mentre saranno tenuti in secondo piano i nuclei più specifici della comunicazione economica e finanziaria. Un punto fermo del concetto di azienda è lo svolgimento dell'attività economica attraverso una continua relazione con l'ambiente – imprescindibile che non si consideri solo quello fisico in senso stretto, ma in generale tutto ciò che comprende la collaborazione e/o la competitività con le altre imprese -. L'azienda come sistema aperto comprende l'analisi delle sue forze interne – punti di forza e debolezza – e di quelle esterne – opportunità e minacce -, in altri termini quello che il marketing è solito chiamare swot analysis. I modelli di comportamento che l'impresa può scegliere vanno da quello più prettamente passivo (vedi Yahoo che non ha reagito al recente attacco del competitor Google), a quello attivo-reattivo fino all'attivo-anticipatorio (anche conosciuto come proattivo, tipico per esempio del mercato dell'informatica e delle telecomunicazioni). Gli scambi economici, che intendiamo come cessione di

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: interfacoltà (Economia, Lingue, Lettere, Scienze Politiche)

Autore: Lisa Chistoni Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 779 click dal 29/07/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.