Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strumenti avanzati di backup ed amministrazione remota per applicazioni web basate su database relazionale

Oggi più che mai i sistemi informativi sono sempre maggiormente orientati verso il web, lo possiamo dedurre dal fatto che le tecnologie a disposizione degli sviluppatori siano, oltre che numerose, anche così affermate e ben strutturate.
Infatti la diffusione del web che si avuta nell’ultimo decennio ha spostato sempre di più l’attenzione su sistemi informativi costruiti intorno ad esso, che, pur costituendo un vasto panorama, fanno emergere una particolare tipologia di applicazioni, quelle centrate sui dati, ossia che offrono operazioni quali salvataggio, ricerca, modifica ed eliminazione degli stessi.
A partire da componenti già esistenti che permettono di generare applicazioni di questo tipo, il progetto in cui si inserisce questa tesi si pone l’obiettivo di sviluppare un intero portale che permetta all’utente di gestire il loro ciclo di vita, quindi la generazione, il testing, la manutenzione, la possibilità di modificare e generare nuovamente l’applicazione, ma anche di poterla condividere ed in caso eliminarla definitivamente.
In particolare, vista l’importanza che i dati, e la loro strutturazione, rivestono in questo tipo di applicazioni la tesi è centrata su componenti che permettano di salvaguardare gli stessi mediante funzioni di backup e download.
La tesi è organizzata iniziando con una descrizione generale del progetto, partendo dal contesto in cui si inserisce, gli obiettivi posti e descrivendo i concetti base su cui poggia.
Dopo l’analisi delle tecnologie, la tesi prosegue descrivendo il modo in cui esse sono state utilizzate, attraverso gli stadi di analisi, progettazione ed implementazione dei vari componenti.
Il primo componente è dettagliato nel quarto capitolo, e permette all’utente di gestire punti di ripristino dell’intero sistema in modo da poter ripartire da una configurazione funzionante in caso di problemi.
Il quinto capitolo, invece, descrive come viene effettata una copia dei dati del database dell’applicazione; la peculiarità dello strumento descritto in questo capitolo è l’uso dei metadati del DB al fine di ricostruirlo senza avere alcuna informazione specifica né sulla struttura né sul contenuto; viene quindi dettagliato il procedimento utilizzato e le varie fasi in cui è articolato.
Il sesto capitolo spiega come sia stata effettuata l’interazione programmatica con il servlet container, necessaria per permettere all’utente di agire su di esso in modo assolutamente trasparente, senza conoscenze specifiche riguardo i dettagli implementativi, ma con la sola consapevolezza del risultato finale sulla sua applicazione.
Infine si conclude descrivendo alcune funzionalità di base comuni a tutti gli strumenti implementati.
Il progetto oggetto di questa tesi riguarda analisi, progettazione ed implementazione di un portale web finalizzato alla collaborazione fra gruppi di utenti mediante la condivisione di basi dati strutturate.
La creazione della base dati su cui il gruppo di lavoro opera, come anche dell’applicazione che ne permette l’accesso, è guidata dal modello.
Dal punto di vista del portale abbiamo due tipologie di utenti: il portal administrator, cioè colui che gestisce il portale, ed il portal user, che utilizza il portale per creare gruppi di lavoro e generare applicazioni.
Dal punto di vista del workgroup, invece, abbiamo tre tipologie di utenze: il workgroup owner, il proprietario del gruppo di lavoro, il workgroup administrator, che si avvale del portale per gestire il gruppo di lavoro, ed il workgroup user, cioè l’utilizzatore finale dell’applicazione generata.
Lo scopo del portale è offrire gli strumenti per gestire il ciclo di vita delle applicazioni, un portal user deve poter creare la propria applicazione definendone il modello, generarla, testarla e poterla condividere riservandosi sempre il diritto di apportare modifiche ed eventualmente anche eliminare il gruppo di lavoro.
La dinamicità non solo dei dati, ma anche dell’applicazione stessa, rende indispensabile la presenza di opportune utilità di backup e ripristino.
La possibilità di avere un’applicazione web in esecuzione su un server ed un sistema per la sua gestione completa può essere molto vantaggiosa rispetto ad avere un’applicazione installata sul proprio calcolatore o comunque su un server locale in quanto sarà possibile lavorare sulla propria applicazione da qualunque macchina che abbia accesso ad Internet.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Oggi più che mai i sistemi informativi sono sempre maggiormente orientati verso il web, lo possiamo dedurre dal fatto che le tecnologie a disposizione degli sviluppatori siano, oltre che numerose, anche così affermate e ben strutturate. Infatti la diffusione del web che si avuta nell’ultimo decennio ha spostato sempre di più l’attenzione su sistemi informativi costruiti intorno ad esso, che, pur costituendo un vasto panorama, fanno emergere una particolare tipologia di applicazioni, quelle centrate sui dati, ossia che offrono operazioni quali salvataggio, ricerca, modifica ed eliminazione degli stessi. A partire da componenti già esistenti che permettono di generare applicazioni di questo tipo, il progetto in cui si inserisce questa tesi si pone l’obiettivo di sviluppare un intero portale che permetta all’utente di gestire il loro ciclo di vita, quindi la generazione, il testing, la manutenzione, la possibilità di modificare e generare nuovamente l’applicazione, ma anche di poterla condividere ed in caso eliminarla definitivamente. In questo progetto lo sviluppo delle fondamenta è stato effettuato in team, mentre, anche se sempre supervisionato dal tutor aziendale ed in coordinazione con gli altri membri del team, è stato esclusivamente da me svolto il lavoro oggetto di questa tesi, cioè lo sviluppo di strumenti per gestione remota delle applicazioni in questione. In particolare, vista l’importanza che i dati, e la loro strutturazione, rivestono in questo tipo di applicazioni la tesi è centrata su componenti che permettano di salvaguardare gli stessi mediante funzioni di backup e download. La tesi è organizzata iniziando con una descrizione generale del progetto, partendo dal contesto in cui si inserisce, gli obiettivi posti e descrivendo i concetti base su cui poggia. Si è proceduto quindi descrivendo le tecnologie utilizzate per sviluppare i vari componenti e per integrarli fra loro. Si è iniziato dal framework Struts e dal pattern Model-View-Controller, quest’ultimo come fondamentale struttura di ogni sistema informativo, che sia progettato per web o meno, mentre il primo come ottimo strumento per l’implementazione del pattern per applicazioni Java web-based. Dopo aver descritto gli strumenti utilizzati per i livelli più alti, di interazione con l’utente e di gestione della logica applicativa, si è passati a descrivere gli strumenti a disposizione per un livello più basso, cioè quello della persistenza; sono stati

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea Ruocco Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 645 click dal 01/09/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.