Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione di un cruscotto per il monitoraggio ed il controllo delle attività logistiche di magazzino

Il tirocinio effettuato ha avuto come obiettivo la generazione di un cruscotto di misura di monitoraggio delle attività logistiche di magazzino da guida per l’azienda Inspiring Software di Bussero (Milano); per dare validità al progetto si è resa necessaria la presenza presso il magazzino Fandis di Castelletto Ticino, in provincia di Novara nonché una serie di interviste al personale operativo e un work-in-progress con consulenti ed esperti del settore. Sulla base di quanto detto emerge che l’obiettivo di progetto è stato la ricerca del punto di convergenza tra ciò che propone la bibliografia nel contesto di indicatori e cruscotti, la generazione di KPI non presenti nella letteratura classica e l’applicabilità di tali indicatori nella realtà operativa.
Questo progetto si propone quindi di sviluppare una linea guida di un cruscotto di misura e controllo delle attività logistiche di magazzino, realizzato tramite un confronto tra la realtà bibliografica classica e la realtà operativa in cui si è svolto il tirocinio.
In conclusione è stata generata un’architettura composta da quattro leve strategiche le quali, per essere sfruttate, coprono una serie di fattori critici di successo che, influenzati dalle azioni intraprese al seguito dell’analisi effettuata dalle risorse umane sugli indicatori generati e validati, possono agire per spingerle o rallentarle.
Questa ricerca è stata strutturata in nove capitoli; nel primo sono presentate le aziende su cui è stata svolta l’attività di tirocinio, con accenno alla loro metodologia di lavoro e ai prodotti lavorati; il fine è dare al lettore l’idea del contesto pratico di riferimento.
Nel secondo capitolo si definisce come è stato affrontato il rapporto tra la realtà bibliografica ed il contesto pratico, identificando gli strumenti utilizzati verso la ricerca di una metodologia indicata al progetto.
Proprio nel terzo capitolo si presenta la metodologia applicata, nel rispetto degli obiettivi che un cruscotto KPI deve porsi. Tale metodologia risulta applicabile da tutte quelle realtà che si rispecchiano nelle imprese messe in gioco lungo la ricerca effettuata.
Nel capitolo quattro è presentata l’architettura applicata al cruscotto KPI; l’obiettivo è identificare la metrica utilizzata per i vari KPI nonché preparare il lettore ad affrontare con sicurezza la terminologia applicata al cruscotto in modo tale da comprendere ottimamente la natura del progetto e la linea guida presentata.
Dal quinto all’ottavo capitolo sono presentati tutti gli indicatori prestazionale identificati e validati, nell’ordine di KPI di servizio, di qualità, di flessibilità e di produttività.
L’ultimo capitolo è dedicato agli indicatori di stato, ovvero quegli indicatori in grado di identificare la dimensionalità della realtà soggetta alla analisi

Mostra/Nascondi contenuto.
_________________________________________________________________ Introduzione 2 INTRODUZIONE Ci troviamo oggi di fronte a un contesto assai influenzato dalle attività della Logistica e della Distribuzione (attività tra loro connesse ed interdipendenti). Con la sempre più influente “globalizzazione” le attività produttive sono state delocalizzate, favorendo costi di produzione più bassi (a discapito però della Qualità, fattore a cui le nostre imprese nazionali puntano per minimizzare la concorrenza straniera) con un odierno continuo trend verso l‟esternalizzazione. Proprio in funzione di questo il controllo, trasporto, immagazzinamento delle merci provenienti da altri paesi (sia della Comunità Europea che non ad essa appartenenti) sono passati da un ruolo strettamente operativo ad una posizione strategica fondamentale alla missione di ogni singola impresa italiana. Si pensi ad esempio alle operazioni inerenti la produzione di tessuti: la filatura è molto spesso esternalizzato in paesi asiatici (India, Cambogia e Vietnam), mentre la Romania e la Tunisia hanno ormai un ruolo fondamentale per quanto concerne la confezione del tessuto finito. Inoltre, con il potenziale nuovo mercato cinese, riuscire a gestire le transazioni (commerciali e logistiche) tra i diversi paesi non solo minimizza i costi, ma rende opportunità a guadagni dovuti a velocità e capacità di controllo. Assume allora un ruolo vitale la buona gestione di tutte quelle procedure che ottimizzano i processi interni a magazzino. Scopo di questa tesi è presentare un cruscotto in grado di identificare i fattori che ottimizzano la gestione della giacenza, delle Risorse Umane, delle attività connesse alla gestione di un qualsiasi magazzino (sia di prodotti finiti che di componenti da assemblare). Questo obiettivo è stato perseguito attraverso un lavoro di tirocinio finalizzato alla costruzione logica dell‟Architettura di un Cruscotto per la misura di attività Logistiche in un magazzino. L‟azienda informatica che svilupperà il software è “Inspiring Software” (Bussero, Milano) mentre i magazzini di riferimento per validare le ricerche sono stati Kimberly–Clark (Romagnano Sesia, Novara) e Fandis (Castelletto Ticino, Novara). A supporto delle precedenti considerazioni si presentano eventi del prossimo futuro che potenzieranno il mercato “Logistica a Magazzino”:  Corridoio 5;  Asse Rotterdam – Genova;  Basilea 2000; La direttrice Est – Ovest (conosciuta come il corridoio europeo numero 5) sarà oggetto di investimenti infrastrutturali, grazie alla realizzazione di un corridoio ferroviario ad alta capacità che collegherà Barcellona e il Sud della Francia con Kiev, attraverso lo snodo di

Laurea liv.I

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Stefano Urbani Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3578 click dal 04/09/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.