Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi finanziaria globale. Studio sulle emissioni di corporate bond nel 2007 e sui corporate default avvenuti nel 2008 per verificare una correlazione tra i due fenomeni

Il presente elaborato, partendo da un’analisi approfondita della crisi, della quale viene prodotta una puntuale cronologia degli eventi più significativi avvenuti sino a tutto il 2008, esamina le emissioni di corporate bond effettuate nel 2007 da parte primari operatori internazionali , dichiarati in default nel 2008.
L’obbiettivo è quello di individuare, considerando rating ed altri indicatori ritenuti rilevanti le correlazioni più significative.
Nella prima parte della tesi viene indagato il tema delle origini della crisi e delle sue cause scatenanti concentrando l’attenzione sulla politica dei tassi d’interesse che la Fed aveva adottato negli anni precedenti la crisi, sullo squilibrio nella bilancia dei pagamenti americana e sull’imponente processo di liberalizzazione dei mercati attuata alla fine degli anni Novanta ed all’inizio del Duemila dall’establishment americano sia democratico che repubblicano.
Dopo aver tratteggiato i contorni delle cause e delle origini della crisi, si pone l’attenzione sugli eventi più significativi che hanno cadenzato l’evolversi della stessa da Giugno 2007 fino a Dicembre 2008, fornendo una cronologia dettagliata di quanto accaduto nell’intervallo di tempo considerato.
Nella parte relativa alla gestione della crisi vengono analizzati gli impatti più significativi della crisi sull’economia e sul sistema finanziario e sinteticamente descritte alcune possibili vie d’uscita individuate selezionando gli interventi di alcuni economisti e giornalisti ritenuti, per autorevolezza e profondità di visione, più qualificati. A seguire viene effettuato un approfondimento sul Chapter Eleven del Bankruptcy Code americano che regolamenta le procedure di riorganizzazione aziendale per le imprese fallite, analizzando anche la riuscita della procedura di riorganizzazione dal 1980 ad oggi .
Prima delle conclusioni vengono esaminate le emissioni di corporate bond nel 2007 da parte di società industriali, utilities, financial institutions e compagnie di assicurazione per le quali sia stato emesso un long term rating da parte di Moody’s o Standard&Poor, confrontando i risultati ottenuti con i casi di default dichiarati nel 2008 relativamente alla stesso campione di aziende al fine di individuare correlazioni significative o indicazioni da trarre riguardo alle interazioni tra i due fenomeni considerati.

Mostra/Nascondi contenuto.
La crisi finanziaria globale| 1.INTRODUZIONE 6 1.INTRODUZIONE Il presente elaborato, partendo da un‟analisi approfondita della crisi, della quale viene prodotta una puntuale cronologia degli eventi più significativi avvenuti sino a tutto il 2008, esamina le emissioni di corporate bond effettuate nel 2007 da parte primari operatori internazionali1, dichiarati in default nel 2008. L‟obbiettivo è quello di individuare, considerando rating ed altri indicatori ritenuti rilevanti le correlazioni più significative. Nella prima parte della tesi viene indagato il tema delle origini della crisi e delle sue cause scatenanti concentrando l‟attenzione sulla politica dei tassi d‟interesse che la Fed aveva adottato negli anni precedenti la crisi, sullo squilibrio nella bilancia dei pagamenti americana e sull‟imponente processo di liberalizzazione dei mercati attuata alla fine degli anni Novanta ed all‟inizio del Duemila dall‟establishment americano sia democratico che repubblicano. Dopo aver tratteggiato i contorni delle cause e delle origini della crisi, si pone l‟attenzione sugli eventi più significativi che hanno cadenzato l‟evolversi della stessa da Giugno 2007 fino a Dicembre 2008, fornendo una cronologia dettagliata di quanto accaduto nell‟intervallo di tempo considerato. Nella parte relativa alla gestione della crisi vengono analizzati gli impatti più significativi della crisi sull‟economia e sul sistema finanziario e sinteticamente descritte alcune possibili vie d‟uscita individuate selezionando gli interventi di alcuni economisti e giornalisti ritenuti, per autorevolezza e profondità di visione, più qualificati. A seguire viene effettuato un approfondimento sul Chapter Eleven del Bankruptcy Code americano che regolamenta le procedure di riorganizzazione aziendale per le imprese fallite, analizzando anche la riuscita della procedura di riorganizzazione dal 1980 ad oggi2. Prima delle conclusioni vengono esaminate le emissioni di corporate bond nel 2007 da parte di società industriali, utilities, financial institutions e compagnie di assicurazione per le quali sia stato emesso un long term rating da parte di Moody‟s o Standard&Poor, confrontando i risultati ottenuti con i casi di default dichiarati nel 2008 relativamente 1 Società industriali, utilities, financial institution e compagnie di assicurazioni per le quali Moody‟s e/o Standard&Poor abbiano emesso un long term rating. 2 Intervallo di tempo per il quale i dati erano disponibili nel Bankruptcy Research Database.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Giacomo Sorba Contatta »

Composta da 244 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1394 click dal 27/08/2009.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.