Skip to content

Associazioni simbiotiche tra Protozoi ed Idrozoi: biodiversità e cicli stagionali

Informazioni tesi

  Autore: Serena Tricarico
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Ancona
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Biologia
  Relatore: Giorgio Bavestrello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 201

CICLO VITALE DI EPHELOTA GEMMIPARA (HERTWIG, 1876) (CILIOPHORA, SUCTORIA) SULL’IDROZOO EUDENDRIUM RACEMOSUM

S. TRICARICO

Ephelota gemmipara è un suttore che vive associato ad organismi marini. Nell’area del Promontorio del Conero ne abbiamo studiato il rapporto, durante l’intero ciclo annuale, con l’idrozoo Eudendrium racemosum. Questa specie, nota per ospitare una ricchissima microfauna sia vagile che sessile, è tipicamente estiva: inizia la fase attiva ad aprile, raggiunge i massimi valori di densità tra giugno e agosto e i polipi degenerano a dicembre.
E. gemmipara si insedia sul perisarco di idrocladi e pedicelli, generalmente in prossimità dei polipi, e ad aprile è già presente nel suo stadio “adulto” caratterizzato da un apparato nucleare con macronucleo molto ramificato, tentacoli succhiatori e peduncolo adesivo completamente sviluppati. A maggio, in concomitanza con l’inizio della riproduzione sessuale dell’idroide, si attua la fase di gemmazione tipica di E. gemmipara che consiste nella produzione esogena multipla degli stadi ciliati liberamente natanti. Una volta staccati dall’individuo genitore, questi stadi si insediano su una nuova colonia di E. racemosum aderendovi per mezzo dello scopula, da cui si svilupperà il peduncolo dello stadio adulto. Da giugno ad agosto solo questi individui adulti sono presenti sulle colonie dell’idroide. Da settembre a novembre generalmente si sviluppano degli stadi incistati, che dopo 1-2 mesi vengono di nuovo sostituiti da quelli trofici che trascorrono i mesi invernali sugli idrocauli degli idroidi in fase quiescente. La coniugazione è stata osservata durante l’intero ciclo annuale di E. gemmipara.
Su E. gemmipara è stato identificato un suttore che ne parassita lo stadio adulto, Tachyblaston ephelotensis di cui sono stati osservati sia stadi extracellulari aderenti al peduncolo sia stadi citoplasmatici, ed un altro parassita, Enigmocoma acinetarum con stadi osservati solo a livello citoplasmatico.
Il ciclo di E. gemmipara appare essere strettamente dipendente da quello di E. racemosum e questa dipendenza conferma l’importanza di questo suttorio nel mantenimento di elevati livelli di biodiversità sulle falesie rocciose del Conero.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
IV RIASSUNTO Ephelota gemmipara Ł un suttore tipicamente associato ad organismi marini. Sul Promontorio del Conero sono stati studiati i rapporti di questa specie con diversi Cnidari ed in particolare con l idrozoo Eudendrium racemosum. Questa specie forma colonie arborescenti su cui ospita una ricchissima fauna associata, composta sia da specie sessili che vagili. Nell ambito degli organismi unicellulari sono stati studiati nel dettaglio i popolamenti di diatomee e di foraminiferi epibionti, mentre non esistono dati sui suttori. Scopo di questo lavoro Ł lo studio delle popolazioni di Ephelota gemmipara presenti sugli idroidi del Conero lungo un intero ciclo annuale. Le colonie di Eudendrium racemosum sono state raccolte in immersione da Marzo 2008 a Maggio 2009, osservate in vivo al microscopio ottico e successivamente fissate in formalina al 4% per lo studio al SEM. E. racemosum Ł una specie tipicamente estiva, che inizia la fase attiva nel mese di aprile, raggiunge i massimi di densit tra giugno e agosto, mentre le colonie degenerano completamente a dicembre. E. gemmipara si insedia sul perisarco di idrocladi e pedicelli generalmente in prossimit dei polipi. A marzo E. gemmipara non pu crescere, perchØ non c Ł sufficiente biofilm di sostanza organica sull idrocaule in grado di ospitare i microorganismi di cui i suttori si nutrono. Ad aprile i suttori sono presenti in fase adulta, col nucleo ramificato, i tentacoli ed il peduncolo completamente sviluppati. A Maggio, in concomitanza con l inizio della riproduzione sessuale dell idroide, Ł stata osservata la gemmazione tipica della specie, che consiste nella produzione esogena multipla di larve

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biodiversità
ciclo vitale
ciliati
conero
coniugazione
ephelota
epibiosi
eudendrium
idroide
idroidi
parassiti
protozoi
protozoo
rirpoduzione
simbiosi
suttore
suttori

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi