Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo del capitale umano nella convergenza delle regioni europee

La crescita economica è un argomento di notevole interesse all’interno della vasta letteratura macroeconomica; l’aspetto più dibattuto riguarda la ricerca delle variabili che influenzano i tassi di crescita delle diverse economie (nazionali o regionali). Gli anni ’60 rappresentano, in tal senso, una linea di confine.
Prima di questo periodo si consideravano, come principali determinanti della crescita, il progresso tecnico, la crescita della popolazione e il capitale fisico; successivamente si è cominciato a inserire nei modelli di crescita anche il capitale umano. Questa nuova, e fondamentale, “variabile” ha dato il via a numerose interpretazioni e dibattiti sia su come circoscriverne il significato, sia sul modo di calcolarla.
L’obiettivo principale di questo lavoro è quello di analizzare, teoricamente ed empiricamente, il ruolo del capitale umano nella crescita economica di un campione costituito da 225 regioni europee, limitandoci naturalmente a quelle di cui si dispongono tutti i dati necessari.

Mostra/Nascondi contenuto.

 1
 Introduzione La crescita economica è un argomento di notevole interesse all’interno della vasta letteratura macroeconomica; l’aspetto più dibattuto riguarda la ricerca delle variabili che influenzano i tassi di crescita delle diverse economie (nazionali o regionali). Gli anni ’60 rappresentano, in tal senso, una linea di confine. Prima di questo periodo si consideravano, come principali determinanti della crescita, il progresso tecnico, la crescita della popolazione e il capitale fisico; successivamente si è cominciato a inserire nei modelli di crescita anche il capitale umano. Questa nuova, e fondamentale, “variabile” ha dato il via a numerose interpretazioni e dibattiti sia su come circoscriverne il significato, sia sul modo di calcolarla. L’obiettivo principale di questo lavoro è quello di analizzare, teoricamente ed empiricamente, il ruolo del capitale umano nella crescita economica di un campione costituito da 225 regioni europee, limitandoci naturalmente a quelle di cui si dispongono tutti i dati necessari. Nel primo capitolo verrà esposta, brevemente, la teoria della crescita, dalle sue origini, con particolare riferimento al fenomeno della convergenza; nel secondo capitolo si analizzerà il concetto di capitale umano nelle sue varie forme, la necessità di investire su di esso, e il suo inserimento nei modelli di crescita tradizionali; nel terzo capitolo, infine, si descriverà la situazione attuale dell’Europa, alla luce anche della Strategia di Lisbona, nell’ambito dell’istruzione e dell’investimento in capitale umano; si approfondirà, poi, empiricamente il ruolo del capitale umano nella crescita delle regioni europee considerate, verificando anche se esiste o meno convergenza in riferimento sempre al nostro campione.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Mauro Amara Contatta »

Composta da 37 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1343 click dal 27/08/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.