Skip to content

Il turismo responsabile: leggi, applicazioni, esperienze

Informazioni tesi

  Autore: Martina Podestà
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze geografiche
  Relatore: Gianmarco Ugolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

Fino agli anni 70, lo sviluppo era inteso come una crescita quantitativa indirizzata a realizzata a raggiungere la piena occupazione, la crescita del reddito individuale e la rimozione delle arre sottosviluppate, senza preoccuparsi dell’uso indiscriminato di risorse che si faceva ed agli impatti negativi che questo portava sull’ambiente.
Oggi si parla di sviluppo sostenibile, cioè quello sviluppo che permette di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali, senza precludere la possibilità alle future di soddisfare le proprie.
La prima tappa verso lo sviluppo sostenibile può essere fatta risalire al 1972 con la Conferenza di Stoccolma, durante la quale vennero introdotti i concetti di ambiente e limito di utilizzo delle risorse e si assunse come vincolo il fatto che debba essere posto un limite allo sviluppo.
20 anni dopo a Rio de Janeiro, durante il Summit mondiale su Ambiente e Sviluppo, venne varata la politica dello Sviluppo Sostenibile, con l’approvazione di una dichiarazione di principi e, soprattutto, venne redatta l’Agenda 21 che contiene i criteri cui devono attenersi le politiche dello sviluppo a livello nazionale, locale e globale e gli obiettivi da raggiungere entro prestabiliti limiti di tempo. Ancora nel 2002, durante il vertice di Johannesburg, i rappresentanti della popolazione mondiale si sono assunti la responsabilità collettiva di promuovere e rafforzare i 3 pilastri inseparabili dello Sviluppo Sostenibile che sono:
- la protezione dell’ambiente; - lo sviluppo economico; - lo sviluppo sociale;
In considerazione della sua straordinaria crescita, l’industri del turismo è entrata, a partire dagli anni 90, nel cuore del dibattito e delle azioni relative alla conservazione delle risorse e allo SS del pianeta.
Non v’è dubbio infatti che il turismo rivesta un ruolo fondamentale nelle scienze della sostenibilità, per l’importante contributo economico e per il forte impatto che genera sulle risorse materiali ed immateriali.
Potendo il turismo provocare pressioni tali da compromettere le risorse sulle quali esso si fonda, solo se gestito con criteri di sostenibilità può rappresentare un’opportunità e consentire la conservazione delle stesse nel lungo periodo.
Il turismo sostenibile viene spesso erroneamente confuso con quello alternativo, mentre dovrebbe essere integrato con il turismo di massa, trovando un metodo per programmare un turismo compatibile con le risorse naturali e culturali del luogo e le richieste del turista post-moderno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4    INTRODUZIONE In un periodo in cui molto spesso si sente parlare di sviluppo sosteni- bile e delle varie misure adottate da gran parte delle Nazioni più potenti al Mondo, per cercare di far fronte ad un eccessivo sfruttamento delle risor- se, uso del territorio ed alta immissione di agenti inquinanti nell’ambiente, il turismo ed il suo costante sviluppo sono senza dubbio uno dei principali fenomeni sociali ed economici a livello globale del nostro secolo, in quanto rappresenta, probabilmente, l’attività settoriale più estesa al mondo, com- prendendo un’ampia varietà di prodotti e di destinazioni, interessando nu- merosi operatori pubblici e privati ed investendo trasversalmente innume- revoli settori. Il turismo è divenuto sempre più un fenomeno imponente, sia per quanto riguarda i flussi finanziari messi in moto, sia per quanto concerne il numero delle persone coinvolte. Non c’è dubbio sul fatto che, con la sua estensione e trasversalità, sia esso destinato ad influire in modo positivo e negativo l’ambiente in cui si sviluppa; deve quindi necessariamente essere adottata un’ottica di rispetto territoriale, ambientale e socio-culturale. Nel caso in cui questo non succedesse, il turismo andrebbe a di- struggere la risorsa fondamentale per la sua stessa esistenza: il territorio. Per questi motivi si è iniziato ad introdurre nelle politiche di sviluppo sostenibile, il concetto di turismo sostenibile, ovvero quella metodologia di fare turismo che pone come obiettivo quello di soddisfare le necessità del turista di oggi e dei territori che lo ospitano proteggendolo e permettendo le stesse possibilità nel futuro. Deve portare alla gestione di tutte le risorse in modo tale che le necessità economiche, sociali ed estetiche possano essere soddisfatte mantenendo l’integrità culturale, i processi ecologici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi