Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trattamento ortodontico e disfunzione cranio-mandibolare

Lo scopo del presente lavoro vuole essere quello capire se ci sia coorelazione tra trattamento ortodontico e disfunzione cranio-mandibolare.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Sebbene l’associazione tra esito di un trattamento ortodontico e conseguente danno all’ATM, sia potenzialmente auspicabile, una importanza relativa è stata data a questo problema nel passato, almeno fino al 1980, quando l’entrata in vigore di alcune leggi sulla salvaguardia del paziente contro il medico odontoiatra portò numerosi ortodontisti di fronte al giudice. Questo nuovo clima di apprensione stimolò l’ “American association of Orthodontists” a sponsorizzare una serie di conferenze e convegni incentrati proprio sul problema e a sottoscrivere ricerche mirate sull’effettiva relazione fra trattamento ortodontico e patologia articolare dell’ ATM. Questa serie di studi clinici , il cui primo risultato fu pubblicato nel Gennaio del 1992 in un ricco Articolo dell’ “American Journal of Orthodontics and Dentofacial Orthopedics”, riportarono una prima sentenza:“il trattamento ortodontico non e’ la causa primaria di un

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Corrado Fratantonio Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1788 click dal 27/08/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.