Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I prodotti derivati di credito: un approfondimento sui Credit Default Swap

L’oggetto di questo studio è rappresentato dal Credit Default Swap, strumento derivato di credito che verrà osservato all’interno di quella categoria di prodotti (di cui ne è sicuramente l’elemento più rappresentativo) nota con il nome di credit derivatives.
Proprio in quest’ottica, nella prima parte del presente elaborato viene fornita una breve introduzione all’opportunità che i credit derivatives costituiscono per la gestione del rischio di credito.
Nel secondo capitolo, si analizzeranno più da vicino i credit derivatives, cercando anche di comprendere quali componenti siano fondamentali per la loro valutazione: l’obiettivo è quello di comprendere quali siano le potenzialità di sviluppo del mercato over the counter, date la dimensione e la natura del sottostante di questi strumenti derivati.
All’interno del terzo capitolo, invece, si approfondirà la tematica riguardante il Credit Default Swap e lo si confronterà con altre forme contrattuali per stabilirne le affinità o le diversità.
Per quanto riguarda questo strumento derivato di credito, si analizzeranno anche le componenti fondamentali per giungere ad una sua valutazione in termini di pricing.
Verranno, inoltre, forniti gli elementi necessari per pervenire alla comprensione dell’importanza che il Credit Default Swap riveste all’interno della sua categoria contrattuale.
L’obiettivo della quarta parte del nostro studio è rappresentato dalla proiezione del Credit Default Swap nella realtà del mercato over the counter e contempla, inoltre, l’esemplificazione del funzionamento dello strumento e l’esposizione degli ambiti di applicazione dello stesso.
Infine, all’interno del quinto capitolo si analizzeranno l’interesse che i potenziali operatori di questo mercato possono avere nello svolgere questo tipo di attività ed i potenziali benefici da essa derivanti. L’interesse degli intermediari finanziari, in primo luogo le banche per via della natura del loro core business, dipende principalmente dalla composizione del portafoglio crediti e dalla possibilità di avere risorse di capitale sufficienti all’operatività nel mercato dei credit derivatives.
Successivamente all’approfondimento della connessione tra credit derivatives e opportunità di gestione del rischio di credito, si porterà la tematica all’interno del mercato creditizio italiano: l’obiettivo è quello di comprendere quali siano le potenzialità (o quali potrebbero essere) di utilizzo dei credit derivatives all’interno del nostro paese e del suo particolare mercato.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. Introduzione all opportunit di gestione del rischi o di credito 1.1. Aspetti generali del rischio di credito Nel corso degli ultimi anni il problema della gestione del rischio di credito Ł stato oggetto di una rinnovata attenzione da parte del mondo bancario- finanziario. In termini pratici tale attenzione si Ł tradotta in una crescente diffusione di dati e informazioni relative al merito creditizio di tutti i soggetti che chiedono capitale di debito al sistema finanziario. Le istituzioni finanziarie che si trovano a dover misurare e gestire il rischio di credito necessitano in misura sempre maggiore di informazioni ampie e dettagliate, che vengono fornite loro dalle sempre piø numerose societ spec ializzate nel determinare il rischio creditizio degli affidati. L ultimo decennio Ł stato inoltre testimone dello sviluppo di numerosi modelli alternativi volti a determinare la quantit di rischio associata a una esposizione creditizia, o a un portafoglio di esposizioni, e il connesso assorbimento di capitale economico. Lo sviluppo di tali modelli Ł facilmente riconducibile alla repentina crescita dei mercati over the counter degli strumenti derivati, che stanno attraversando una fase di rapida espansione, sia in termini dimensionali che in termini di innovazione finanziaria, connessa a una crescente complessit degli strumenti stessi. T ale crescita comporta un incremento del rischio per il mercato, che banche e intermediari finanziari sono chiamati a gestire. In particolare, tre fattori principali hanno contribuito a spingere il mondo bancario e finanziario internazionale verso una crescente attenzione al rischio di credito: l emergere di nuove opportunit per la gestione di tale rischio, le

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Colombo Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5129 click dal 01/09/2009.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.