Skip to content

Tessile tra clima e uomo. Nuovi scenari e prospettive

Informazioni tesi

  Autore: Nicoletta Frate
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Architettura
  Corso: Disegno industriale
  Relatore: Claudia De Giorgi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 267

Da sempre l’uomo si è difeso dal clima attraverso l’uso di materiali tessili, per lo più ottenuti da materie prime facilmente reperibili (risorse locali); attualmente la ricerca e l’innovazione tecnologica hanno ampliato il panorama tessile, arricchendolo di nuovi materiali ad elevato contenuto tecnico. Oggi, che i mercati globali non conoscono confini e le risorse migrano velocemente da un luogo all’altro del pianeta, è necessario valutare attentamente, in fase di avanprogetto, la scelta del materiale, tenendo in considerazione le variabili climatiche e le conseguenti variabili fisiologiche dell’uomo specifiche di ogni contesto progettuale. Data la difficoltà d’interpretazione dei nuovi tessili più performanti, da parte di designer non iper-specializzati, nasce la necessità di semplificare dati tecnici con informazioni di più facile lettura, come immagini e schemi grafici, per chiarire le diverse opportunità che i tessili offrono: ad esempio l’impiego di una membrana oppure di fibre cave permette di ottenere lo stessa prestazione di traspirabilità, pur se il tessuto presenta evidenti differenze. Date queste premesse, si apre un nuovo scenario per la progettazione dell’abito che parte da un presupposto diverso da quello della moda, poichè si fonda su un’analisi funzionale dell’abito, della sua materia e delle sue componenti, senza precludere una valutazione estetica: infatti, pur parlando di un progetto funzionale, non possiamo non considerare l’influenza del gusto collettivo che condiziona fortemente tale prodotto. Per progettare in modo funzionale con il tessile in uno specifico contesto climatico, occorre seguire delle linee guida che definiscano i requisiti affinchè l’abito sia in grado di rispondere adeguatamente alle sollecitazioni esterne (clima) e di soddisfare le esigenze di chi lo indossa (uomo). Questa tesi si pone come uno strumento utile al progettista per indagare in un ambito in trasformazione quale è il tessile per abbigliamento; aiutarlo a capire le procedure di risposta dei tessili, intesi come interfaccia tra uomo e clima, per compiere scelte consapevoli tra questi materiali in evoluzione. La tesi confluisce in linee guida riferite all’uso del tessile in diverse condizioni climatiche, che devono essere lette parallelamente ad alcune schede che riportano schematicamente le modalità di risposta ad un dato requisito. Infatti le modalità di risposta alla medesima richiesta funzionale sono molteplici, ma ognuna di esse influisce sulle caratteristiche finali del materiale: ad esempio, a parità di impermeabilità, un tessuto spalmato con PU si presenta molto diverso da un tessuto in nylon a trama fitta. Sulla base di queste informazioni, il progettista sarà in grado di effettuare la scelta del materiale più idoneo al proprio progetto, all’interno di un settore così ampio dove le informazioni fornite dalle aziende produttrici non sono sufficienti affinchè egli possa avere padronanza della scelta dei materiali: in particolar modo perchè egli possa dialogare, capire, entrare in un mondo molto complesso, in evoluzione continua e con regole proprie. Tuttavia il “mondo” del tessile ha recentemente manifestato segnali positivi, che ci inducono a capire che esiste una forte volontà di aprirsi allo scambio di conoscenze con altri settori, al fine di favorire l’incontro tra domanda ed offerta. Lo dimostra il forte fermento che spinge ad organizzare manifestazioni, fiere e convegni, supportato dalle nuove possibilità offerte dagli attuali mezzi di comunicazione, come portali dai quali si possono attingere informazioni, per essere sempre aggiornati sulle novità della produzione tessile, e dibattere con esperti e non-esperti su svariati argomenti. Questa tesi è incentrata sul ruolo del tessile nel rapporto tra uomo e clima; si è scelto di circoscrivere l’argomento tralasciando altri aspetti del tessile, come l’aspetto sociale, quello espressivo o sensoriale, poichè si sarebbe affrontato un discorso troppo ampio, con il rischio di creare maggiore confusione al lettore e di non fornire uno strumento utile di accompagnamento alla progettazione. L’elaborato contiene inoltre numerosi indirizzi e referenze per agevolare l’incontro tra progettista ed esperti del settore tessile. Può essere letto senza seguire l’ordine degli argomenti indicati nell’indice, ma attingendo liberamente le informazioni saltando da un capitolo all’altro. L’obiettivo non è quello di creare un’enciclopedia del tessile, ma un nuovo strumento di supporto alla progettazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Alla luce dei dati emersi da studi condotti da esperti del settore scientifico, tecnico e socio-economico, riuniti in gruppi intergovernativi come WMO, UNEP, IPCC per discutere riguardo il cambiamento delle condizioni climatiche che si prospettano in un futuro non troppo lontano, possiamo ipotizzare che i tessuti oggi impiegati per un uso espressamente tecnico saranno probabilmente interessati da una maggiore diffusione per un abbigliamento comune, destinato ad un target più ampio. Inoltre si apre la possibilità di sfruttare queste nuove necessità per la crezione di un abbigliamento in grado di fornire alte prestazioni anche in situazioni non estreme. Eventi climatici improvvisi e devastanti, guerre, effetti della globalizzazione,... contribuiranno ad aumentare il numero di persone coinvolte nelle migrazioni, che si troveranno in situazioni climatiche alquanto diverse da quelle in cui sono abituate a vivere. Oggi stiamo già assistendo agli effetti di tali variazioni climatiche, ad inverni molto più rigidi ed estati sempre più afose, intervallate da eventi climatici inaspettati e distruttivi. Da sempre l’uomo si è difeso dal clima attraverso l’uso di materiali tessili, per lo più ottenuti da materie prime facilmente reperibili (risorse locali); attualmente la ricerca e l’innovazione tecnologica hanno ampliato il panorama tessile, arricchendolo di nuovi materiali ad elevato contenuto tecnico. Oggi, che i mercati globali non conoscono confini e le risorse migrano velocemente da un luogo all’altro del pianeta, è necessario valutare attentamente, in fase di avanprogetto, la scelta del materiale, tenendo in considerazione le variabili climatiche e le conseguenti variabili fisiologiche dell’uomo specifiche di ogni contesto progettuale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abbigliamento
animali
caldo
clima
cotone
dermatiti
dermizax
freddo
gore tex
innovativi
lana
lino
materiali
nanosphere
piante
protezione
sasawashi
secco
tessile
tessuti tecnici
tessuti tradizionali
umido
uomo
vegetale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi