Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla malattia alla salute mentale territoriale: il ruolo dell'Assistente Sociale

La segregazione manicomiale avvenne,infatti, attraverso la riduzione ad unica categoria generale di diverse manifestazioni fenomenologiche, indicanti particolari degenerazioni o qualche diversità dalla norma.
La psichiatrica, pertanto, nacque proprio con lo scopo di classificare i soggetti malati attraverso categorie cliniche.
La diversità del folle venne definita chiaramente come ostacolo all’ordine sociale richiesto dalla società, in quanto elemento improduttivo e frenante il progresso, e ,di conseguenza il manicomio fu inteso come contenitore di soggetti non produttori che sottraggono ricchezza alla nazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’idea di trattare questo argomento è maturata durante la mia formazione universitaria, sia per aver svolto il tirocinio in Centri di Salute Mentale, sia perché la malattia mentale è sempre alla ribalta della cronaca nera, dei dibattiti politici, delle proposte di riforma, delle accuse da parte delle famiglie e soprattutto perché dopo trent’anni dall’entrata in vigore della legge 180 del 1978 i servizi su tutto il territorio sono tuttora carenti di strutture alternative ed il personale è in numero inferiore rispetto alla domanda d’aiuto. Ho ritenuto necessario effettuare un percorso storico della psichiatria in Italia. Infatti, nel primo capitolo illustrerò i diversi modi in cui è stata, nel tempo, considerata e classificata la follia, di come la sua idea sia variabile e strettamente collegata alle credenze, nonché agli orientamenti culturali ed ideologici di ogni epoca storica. Dunque,l’iniziativa di tracciare una breve storia della follia non può che partire dalle modalità con cui la malattia psichica è stata vissuta nel tempo, analizzata e curata e, soprattutto, isolata e custodita.   3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Sociali

Autore: Chiara Almagno Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10805 click dal 01/09/2009.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.