Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Visconte raddoppiato: possibili interpretazioni al Visconte dimezzato di Italo Calvino

La presente tesi offre un'intepretazione in chiave pedagogica dell'opera " Il Visconte dimezzato" di Calvino, riferendosi nel dettaglio all'episodio della lettura della "Gerusalemme liberata" di Tasso. Verranno, quindi, analizzati il concetto di pedagogia della lettura, i probabili errori in cui incorrono le pedagogie delle lettura attualmente applicate nelle istituzioni scolastiche, le ipotesi dei motivi del fallimento di esse ed eventuali suggerimenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La lettura fa parte del nostro mondo. Per quante nuove tecnologie possano nascere, nessuna potrà occupare quel posto di rilievo che spetta ai libri. Romanzi, racconti, saggi, qualsiasi lettura sia, essa è in grado di aprire la mente e trasportare chiunque lo desideri in mondi diversi e, perchè no, anche fantastici. Appurata l’importanza della lettura nella vita di ognuno di noi, si presenta un’ulteriore osservazione che, a mio avviso, apre un argomento decisamente vasto. Che ruolo giocano i libri all’interno dei romanzi? Come in una grande matrioska, i romanzi si trovano a rivestire ruoli importanti all’interno di altri romanzi. Libri come simbolo di libertà in Fahrenheit 451 di Bradbury, come evasione in Madame Bovary di Flaubert, come sogno ne La piccola principessa di Burnett, come rifugio in Jane Eyre di Brontë... L’elenco sarebbe ancora molto lungo, ma per ciascun titolo, per ciascun personaggio è evidente la medesima necessità: il bisogno di leggere. È interessante rilevare come il rapporto lettore – libro vada mutando nel tempo. Si passa da un atteggiamento proibitivo nei confronti dei romanzi in generale, come avviene nell’inquietante fantascienza di Bradbury dove leggere può costare la vita, ad un altro di sfida, come la piccola Jane di Brontë che incurante dei divieti della zia e dei cugini si rifugia in biblioteca, o ancora di incoraggiamento come accade per le Piccole donne di Alcott, educate dalla madre verso la letteratura. Da tenere fortemente in considerazione è l’ambiente in cui gli autori operano. Essi sono certamente influenzati dal contesto storico e sociale in cui si trovano. Tenendo conto di questo si possono cogliere le personalissime opinioni dello scrittore o sottili critiche alla società, più o meno celate fra le pieghe della narrativa. Nel Visconte dimezzato Calvino inserisce un breve episodio, poco più di una pagina, in cui avviene qualcosa di insolito per un racconto fantastico, con

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giulia Rizzi Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2846 click dal 02/09/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.