Skip to content

Il potere espressivo della BPMN: un linguaggio di modellazione per processi aziendali

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Del Frate
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Tania Di Mascio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

Un processo aziendale è per definizione un insieme di attività interrelate, svolte all'interno dell'azienda, che creano valore trasformando delle risorse (input) in un prodotto (output) destinato ad un soggetto interno o esterno all'azienda (cliente). Ottimizzare un processo aziendale significa diminuire i costi, i tempi e migliorare la produzione.
Se nel 1910 ottimizzare i processi significava introdurre la catena di montaggio, dagli anni novanta del secolo scorso l’ottimizzazione dei processi viene attuata tramite strategie complesse come quelle di riprogettazione (Business Process Reengineering) o quelle di integrazione con sistemi informatici (BPM).
Quale che sia la strategia prescelta, la prima fase del processo di ottimizzazione passa comunque attraverso la modellazione dei processi aziendali. Modellare un processo aziendale significa rappresentarlo graficamente tramite degli appositi linguaggi di modellazione, ognuno dotato di suoi simboli e di proprie regole.
La rappresentazione grafica dei processi ne semplifica l’analisi e la comprensione, per chi deve monitorarlo, ri-progettarlo, trasformarlo in un software o semplicemente eseguire il processo, indipendentemente dalla preparazione e dalle conoscenze di ognuno di questi destinatari.
Accade così che i processi rappresentati graficamente vadano a far parte della comunicazione interna ed esterna di un’azienda, portando informazioni a più livelli: dagli analisti ai dipendenti, passando dai tecnici, ma anche da un’azienda ad un’altra. A differenza dei linguaggi informatici, che servono a controllare una macchina, i linguaggi di modellazione generano un passaggio di informazioni da un emittente ad un destinatario umano, come le lingue naturali. Eppure, i numerosi linguaggi di modellazione presenti sul mercato vengono valutati esclusivamente in base alla loro efficacia informatica o utilizzando regole tipiche dell’informatica.
Questa tesi vuole invece aiutare ad introdurre un metodo di valutazione dei linguaggi di modellazione a partire dalle loro capacità comunicative. Le domande alla base dell’analisi sono dunque: quanto è comunicativo un linguaggio di modellazione? I suoi simboli possono essere paragonati alle parole? Quanti concetti può realizzare? E’ in grado di sostituire la lingua naturale anche in contesti non aziendali?
Il linguaggio di modellazione prescelto per questa ricerca è la Business Process Modelling Notation (BPMN), recentemente riconosciuta come standard dal consorzio mondiale delle applicazioni aziendali e a maggior ragione candidato ad una valutazione da un nuovo punto di vista.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE Sin dagli inizi del novecento, al termine della seconda rivoluzione industriale1, la parola d’ordine della struttura economica capitalistica occidentale è stata ottimizzare. Nel 1911, Taylor propose la suddivisione del lavoro e nel 1913 la Ford interpretò le indicazioni teoriche di Taylor realizzando la prima catena di montaggio. Da allora, l’obiettivo primario di ogni azienda competitiva è l’abbassamento dei costi di produzione e l’ottimizzazione delle tempistiche. Per raggiungere questi obiettivi, le aziende hanno elaborato le più svariate strategie, che negli ultimi decenni di globalizzazione hanno portato anche a stravolgimenti nella struttura aziendale, come la nascita delle multinazionali2. Tuttavia, in tempi più recenti, l’attenzione è ritornata, come ai tempi di Taylor e Ford, sull’ottimizzazione dei processi aziendali, che sono il fulcro 1 La seconda rivoluzione industriale è il processo di sviluppo industriale iniziato nella seconda metà dell'Ottocento. Con tale definizione si intende in generale la seconda ondata di grandi mutamenti socio-economici dei paesi occidentali, dopo quelli della prima rivoluzione industriale iniziata alla fine del Settecento, e conseguenti a una nuova serie di grandi innovazioni tecnologiche e scientifiche. 2 Una impresa multinazionale, in ambito economico, è un'impresa che organizza la sua produzione in almeno due paesi diversi. Ad esempio un calzaturificio del Nord Est italiano con un impianto di produzione in Romania.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bpm
bpmi
bpmn
business process management
business process modelling notation
efficacia comunicativa dei linguaggi grafici
espressività
linguaggi di modellazione
modellazione dei processi aziendali
object management group
omg
potere espressivo
processi aziendali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi