Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le multinazionali e la riduzione della povertà

Gli investimenti esteri diretti (IDE) sono un’espressione con cui si indicano i flussi internazionali di capitali attraverso cui un’impresa di un paese, si espande creando una propria filiale in un altro paese.
L’aspetto caratteristico degli IDE, è che questo investimento non implica solo un trasferimento di risorse, ma una sorta di acquisizione di controllo; cioè la filiale formatasi, non ha solo un obbligo finanziario nei confronti della impresa madre, ma ne è parte integrante della struttura organizzativa.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. Introduzione Gli investimenti esteri diretti (IDE) sono un’espressione con cui si indicano i flussi internazionali di capitali attraverso cui un’impresa di un paese, si espande creando una propria filiale in un altro paese. L’aspetto caratteristico degli IDE, è che questo investimento non implica solo un trasferimento di risorse, ma una sorta di acquisizione di controllo; cioè la filiale formatasi, non ha solo un obbligo finanziario nei confronti della impresa madre, ma ne è parte integrante della struttura organizzativa. Spesso le imprese multinazionali, funzionano come un canale di prestiti internazionali; è frequente il caso in cui, l’impresa madre presta capitali alle proprie filiali, presupponendone tuttavia la restituzione. Quindi, nella misura in cui una multinazionale fornisce finanziamenti alle filiali estere, l’IDE risulta essere un modo alternativo di effettuare un prestito internazionale. Nuovi sviluppi nell’economia mondiale hanno richiesto nuove teorie sul commercio internazionale e sugli investimenti diretti esteri (IDE), opportunamente avanzate per meglio comprendere gli spostamenti negli schemi di investimento e commercio e la riorganizzazione di produzione oltre i confini nazionali. Sebbene la teoria del commercio internazionale ha molto da offrire nella composizione di questo puzzle, (come per esempio la

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Antonella Passiatore Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1360 click dal 07/09/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.