Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione strategica on line dei beni di Lusso: il caso Luxgallery

Il lusso comunica nell'era digitale sfruttando i mezzi on line. Il presente lavoro nasce dunque con l'obiettivo di porre all'attenzione come le potenzialità del web vengano sfruttate anche da settori particolari, di nicchia e specifici quali quello del lusso.
Attraverso una rivisitazione di natura storica legata sia al lusso che ad Internet, si è arrivati alla tesi secondo cui attualmente i due mondi convergono. Tale convergenza trova concretezza e senso nelle numerose attività di promozione on line che ormai molti marchi di lusso hanno deciso di attuare per aumentare la loro visibilità ed attirare l'attenzione di tutta quella fascia di navigatori appassionati e non del mondo del lusso.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Negli ultimi anni abbiamo assistito a cambiamenti radicali, apportati dalle nuove tecnologie e dall’uso di Internet, nelle modalità e mezzi di comunicazione interpersonale e non solo, nella ricerca di informazioni, nelle modalità di interazione con persone e aziende, nella fruizione d’acquisto stessa. La possibilità di navigare in rete ha aperto nuovi orizzonti e nuovi obiettivi per milioni di aziende e settori dell’economia. La possibilità di comunicare in tempo reale, dunque in modo rapido, diretto ed immediato, a distanze multi-chilometriche, senza limitarsi al raggio d’azione del proprio territorio, ha permesso a tantissime realtà economiche, ma anche a quelle potenziali, di svilupparsi e vagliare nuove offerte, di valutare e provare a confrontarsi con nuovi codici di linguaggio, con modalità e forme di comunicazione differenti, sicuramente più dirette e controllabili. La vera novità del web è proprio questa: riuscire ad indirizzare il tiro sul proprio target e definire la comunicazione in maniera specifica, ma non solo. Poterla misurare mediante gli strumenti messi a disposizione dalla rete telematica, renderla interattiva e richiamare l’attenzione e la partecipazione del navigatore-consumatore. Visitando siti generalisti o tematici, non si può non notare come la pubblicità sia diventata un elemento imprescindibile all’interno di un sito, elemento che completa le pagine, le arricchisce di contenuti ed anche di intenzioni. L’e-advertising è una realtà che ha avuto forti sviluppi in tempi recenti ed è in continua crescita. Gli strumenti per la rete si sono affinati, diventando sempre più interattivi per attirare l’attenzione del pubblico, e sempre più misurabili, per aiutare le aziende a raggiungere al meglio il target di riferimento e di conseguenza aumentare la propria visibilità. Tale crescita, d’altro canto, si è resa possibile, con l’avvenuta “tecnologizzazione” del pubblico consumatore che ha fatto proprie le potenzialità della rete, le ha sfruttate e le sfrutta come meglio può. Ne ha appreso i codici comunicativi e li ha fatti propri. Si profila oggi un consumatore sempre più competente, attento a ciò che compra, alle scelte che fa nonché capacissimo nella ricerca di informazioni sul prodotto. Così le aziende non possono non tener conto di tale emancipazione e si sono 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Alessia Ferrara Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3293 click dal 11/09/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.