Skip to content

L'agriturismo: aspetti normativi e analisi di un caso studio

Informazioni tesi

  Autore: Mario Capodaglio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Giovanna Trevisan
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

Il lavoro tratta le ultime introduzioni legislative inerenti alle attività connesse dell'imprenditore agricolo, nel caso specifico l'attività agrituristica. Si analizza il panorama legislativo dal livello europeo a quello regionale, mettendo alla luce i pregi e i difetti delle recenti leggi. Infine si procede ad analizzare un caso studio: Fattoria Didattica Morlungo, che svolge l'attività agrituristica in più aree, da quella dell'ospitalità alla fattoria didattica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. INTRODUZIONE L’agricoltura dei Paesi della Comunità Europea ha subito negli ultimi decenni numerose modificazioni. Ad esempio, per quanto riguarda le produzioni si è passati dalle spinte alla produzione di quantità per puntare, ai nostri giorni, a produzioni di qualità e di tutela del nostro territorio. È proprio quest’attenzione alla qualità che ha indotto la Comunità Europea ad intervenire anche in un settore molto importante, qual è l’aspetto turistico dell’agricoltura europea. L’UE ha promosso, e tuttora continua a farlo, numerosi interventi legislativi ed economici per tutelare città d’arte e patrimoni di rara bellezza, trascurando con politiche quantitative più che qualitative il nostro territorio, che forse può essere ritenuto il primo vero patrimonio naturale e culturale, vista la ricchezza di bellezze naturali e tradizioni locali. Le istituzioni a livello europeo si sono sentite, quindi, quasi costrette ad intervenire anche per quanto riguarda il settore primario, tracciando linee strategiche da seguire per riuscire a trattenere gli agricoltori nel loro territorio, dando loro la possibilità di integrare i propri redditi con l’accoglienza dei turisti, secondo il principio della qualità della vita. Questa attività, oltre a contribuire a mantenere la tutela delle aree rurali, sta rappresentando un’occasione per diffondere in queste zone una maggiore consapevolezza delle opportunità di sviluppo offerte da un uso sostenibile e integrato delle risorse locali, recuperandone molte che rischierebbero di scomparire. Tra le stesse, vengono rivalutati e rafforzati l’identità locale e il sentimento d’appartenenza alla comunità locale grazie alla creazione di legami tra persone e territorio. L’attività agrituristica rappresenta dunque una risorsa, sia dal punto di vista materiale che dal punto di vista emotivo, che permette all’utente del servizio agrituristico di ritrovare le proprie radici storiche e culturali nel territorio che lo circonda. La diffusione di questa forma d’accoglienza rurale è aumentata grazie all’esigenza della gente di uscire dai centri abitati e cementati, per riscoprire valori e sensazioni dimenticati a causa della forza dirompente del progresso, che ha allargato i grossi poli industriali e ha inglobato gli antichi paesi contadini limitrofi, facendoli diventare periferie inquinate e trafficate di grosse città. È proprio da questa “civiltà” che le persone fuggono e cercano, nei periodi di vacanza, di migliorare la propria qualità della vita, concedendosi qualche giorno a contatto con le sane tradizioni tipiche della civiltà agricola. Il cliente deve riconoscere, in questa forma turistica, un forte cambiamento rispetto alla sua vita quotidiana, cambiamento che lo fa, allo stesso tempo, sentire a proprio agio e gli permetta di vivere 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agriturismo
attività connesse
fattoria didattica
fattoria morlungo
leggi agriturismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi