Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi progettuale di un edificio scolastico dotato di diverse tipologie di isolamento sismico

In questo lavoro di tesi, partendo dall’analisi del progetto di un edificio scolastico, al momento in fase di realizzazione, con struttura portante in c.a. e caratterizzato da una pianta non regolare, dotato di isolamento alla base mediante l’uso di isolatori elastomerici, si sono poi sviluppati due progetti alternativi con diverse metodologie di protezione sismica, tradizionale e con isolamento alla base mediante appoggi scorrevoli e dispositivi viscoelastici, allo scopo di descrivere gli effetti delle diverse tecniche progettuali sulle caratteristiche di sollecitazione agenti sugli elementi strutturali e confrontare gli ipotetici costi di costruzione dell’opera.

Mostra/Nascondi contenuto.
III PREFAZIONE Il rischio sismico pone un problema di progettazione particolare, per il fatto che un forte terremoto costituisce la più severa sollecitazione alla quale possono trovarsi sottoposte molte strutture civili, e tuttavia la probabilità che una data struttura debba sopportare un terremoto di alta intensità è quanto mai ridotta. L’approccio ingegneristico ottimale a questa combinazione di condizioni è di progettare la struttura in modo da evitare il crollo, nel caso terremoto della massima violenza possibile risparmiando cosi perdite di vite umane, ma accettando la possibilità di danni, in base all’assunto che sostituire o riparare il ridotto numero di strutture che sarebbero danneggiate dai terremoti più violenti è meno costoso che costruire solo strutture tanto resistenti da non subire alcun danno. E’ chiaro che una siffatta impostazione progettuale rappresenta una vera sfida per il progettista di strutture: si tratta, infatti, di studiare un progetto economico che, pur essendo suscettibile di essere danneggiato dal sisma, sia sostanzialmente a prova di crollo, anche nel caso di terremoto di massima violenza. Per conseguire questo risultato la progettazione sismica delle costruzioni può essere affrontata seguendo metodologie e percorsi progettuali diversi: − il livello di protezione sismica della costruzione è ottenuto aumentando adeguatamente la duttilità strutturale, in modo tale che la struttura entri in campo plastico; − il livello di protezione sismica della costruzione è ottenuto diminuendo adeguatamente l’intensità dell’azione tellurica, in modo tale che la struttura rimanga in campo elastico; L’orientamento fra queste due diverse metodologie non implica solo tecniche progettuali diverse per quanto riguarda il campo strutturale, ma anche il campo architettonico e impiantistico: le scelte del progettista devono quindi essere compiute analizzando i molteplici aspetti coinvolti nella realizzazione dell’opera. Per questo motivo, principalmente nel caso di committenza pubblica dove la parte finanziaria è di primaria importanza, un confronto economico razionale, che non si limiti alla sola sommatoria di numeri ma basato su un confronto benefici/costi, può rivelarsi parametro fondamentale di scelta fra le diverse metodologie costruttive. In questo lavoro di tesi, partendo dall’analisi del progetto di un edificio scolastico, al momento in fase di realizzazione, con struttura portante in c.a. e caratterizzato da una pianta non regolare, dotato di isolamento alla base mediante l’uso di isolatori elastomerici, si sono poi sviluppati due progetti alternativi con diverse metodologie di protezione sismica, tradizionale e con isolamento alla base mediante appoggi scorrevoli e dispositivi viscoelastici, allo scopo di descrivere gli effetti delle diverse tecniche progettuali sulle caratteristiche di sollecitazione agenti sugli elementi strutturali e confrontare gli ipotetici costi di costruzione dell’opera.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Sebastiano Nardin Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1833 click dal 16/09/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.