Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Elena di Troia: l’immagine della bellezza attraverso i secoli. Studio iconografico sul mito tra XV e XVI secolo.

Argomento della tesi è lo studio dell’evoluzione iconografica della figura di Elena di Troia, dai suoi esordi, alle rappresentazioni artistiche della prima età moderna, incentrate sull’episodio del ratto.
Il lavoro si propone in un primo momento di analizzare i motivi legati al personaggio del mito partendo dalle sue origini e dalle valenze cultuali e simboliche da esso incarnate, ed esaminando in seguito i successivi sviluppi in ambito letterario del racconto mitico di Elena, attraverso un confronto diretto con i testi antichi e con le successive rielaborazioni del mito in ambito tardo-antico e medievale.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Prefazione Argomento della tesi Ł lo studio dell evoluzione iconografica della figura di Elena di Troia, dai suoi esordi, alle rappresentazioni artistiche della prima et moderna, incentrate sull episodio del ratto. Il lavoro si propone in un primo momento di analizzare i motivi legati al personaggio del mito partendo dalle sue origini e dalle valenze cultuali e simboliche da esso incarnate, ed esaminando in seguito i successivi sviluppi in ambito letterario del racconto mitico di Elena, attraverso un confronto diretto con i testi antichi e con le successive rielaborazioni del mito in ambito tardo-antico e medievale. In particolare si vedr come la letteratura medievale, caratterizzata da una rivisitazione in chiave cortese dell epica eroica classica, contribuir in maniera consistente a proporre uno standard iconografico del soggetto mitologico che privilegia soprattutto l episodio della fuga di Elena con Paride, ponendo l accento sul carattere idillico dell amore e influenzando in maniera determinante la visione che sar data del mito in ambito artistico. Il successo di questo episodio rispetto ad altri inerenti la vita e le vicende della regina di Sparta, viene consacrato dal proliferare delle riproduzioni miniate sui manoscritti di et medievale, che forniranno il modello da cui prender spunto la successiva produzione pittorica di argomento profano che accompagner il rinnovato interesse per la classicit con l avvento della cultura umanistica tra Trecento e Quattrocento. La vera e propria analisi iconografica si concentrer fondamentalmente sullo sviluppo del tema del Ratto di Elena, nelle sue successive elaborazioni e varianti nel corso dei secoli XV e XVI, attraverso l esame di alcune opere realizzate in questo lasso di tempo, analizzandone le diverse implicazioni allegoriche ed ideologiche. In particolare verranno affrontati alcuni nodi tematici, tra cui la presenza del soggetto all interno di una produzione artistica assai peculiare della Toscana del primo Rinascimento, quella dei cos detti cassoni nuziali che, data la precisa destinazione privata e matrimoniale, si prestano particolarmente ad ospitare rappresentazioni di argomento amoroso, molto spesso provenienti dall universo della mitologia classica, come esplicazione e celebrazione delle unioni coniugali. La fortuna della coppia Elena-Paride, verr riconfermata nel corso del Cinquecento dalla diffusione del soggetto nelle decorazioni ad affresco delle residenze signorili, dove le

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Susanna Del Lungo Contatta »

Composta da 325 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5959 click dal 28/07/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.