Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti delle inefficienze del mercato del credito sul sistema delle relazioni industriali

la tesi si pone come obbiettivo quello di capire come il rapporto che intercorre tra la banca e l'impresa possa riflettersi sul mercato del lavoro in presenza decentramento della contrattazione ossia di politiche miranti a decentralizzare l'attuale sistema della contrattazione salariale. Per raggiungere questo biettivo è stato creato un modello teorico nel quale per rappresenatre il rapporto banca- impresa si è fatto ricorso al modello di Stiglitz e Weiss (opportuamente modificato per tener conto dellla presenza nel Mezzogiorno di un elevato rischio sistemico), mente per rappresenatre la situazione di decentramento della contrattazione si è utilizzato il modello ad offerte alternate di Rubistein. E' stata infine condotta una treatment analysis per verificare se effettivamente il rischio sstemico incide sulle decisioni della banca

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduzione Negli ultimi anni, la letteratura economica ha rivolto un grande interesse nello studio degli effetti che le imperfezioni del mercato creditizio generano sul mercato del lavoro. In particolare, lo sviluppo delle teorie sulle asimmetrie informative ha permesso di superare il teorema dell’irrilevanza finanziaria di Modigliani e Miller (1958), secondo cui ogni impresa trova indifferente, sul piano economico, finanziarsi ricorrendo all’emissione di capitale di rischio o all’indebitamento, visto che tali strumenti presenterebbero lo stesso livello di costosità. Al contrario, oggi, si ritiene che l’imperfetta distribuzione delle informazioni tra datori e prenditori di fondi alimenti il cosiddetto “premio per il rischio esterno”, ossia il maggior costo del finanziamento esterno rispetto a quello interno. Le asimmetrie informative, infatti, innalzando il livello di rischiosità dei potenziali debitori percepito dai datori di fondi, determinerebbero un aumento di tale premio con conseguenze rilevanti sui profitti e sui livelli salariali. In tale contesto, si inserisce il presente lavoro il cui obiettivo è tentare di capire come il rapporto banca-impresa possa riflettersi sul mercato del lavoro. Tale analisi è utile al fine di individuare quali sono i canali attraverso i quali le asimmetrie informative possono influenzare il mercato del lavoro. In particolare, la tesi si pone come obiettivo quello di valutare gli effetti del rapporto banca-impresa sul mercato del lavoro in presenza non solo di asimmetrie informative, ma, anche di politiche miranti a decentralizzare la contrattazione salariale. Recentemente, infatti, sono state elaborate diverse proposte riguardo la possibilità di modificare il sistema contrattuale in Italia. Tra queste risultano dominanti quelle che sostengono la necessità di contrattare il salario in azienda, ossia, di legare il salario alla

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Marrelli Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 455 click dal 23/09/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.