Skip to content

La responsabilità sociale delle imprese: solo moda o qualcosa di più concreto?

Informazioni tesi

  Autore: Alba Caliò
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Libera Università Maria Santissima Assunta
  Facoltà: Comunicazione d'Impresa, Marketing e pubblicità
  Corso: Lettere e filosofia
  Relatore: Prof.ssa Leone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

La tesi, nel primo e secondo capitolo, vuole essere un contributo alla conoscenza dei cambiamenti degli obiettivi dell’impresa e delle sue necessità, e dei cambiamenti sociali in atto, sia nei consumi che nel consumatore,nel suo nuovo ruolo di cittadino.
Ho voluto, infatti, cercare di approfondire innanzitutto la nuova realtà economica e sociale, che costituisce la “molla” più rilevante dell’accresciuta consapevolezza, da parte delle imprese, del loro nuovo ruolo non puramente economico.
Le imprese, all’interno della visione strategica, hanno iniziato ad integrare preoccupazioni di natura etica.
Si tratta di un concetto innovativo e controverso, espresso per la prima volta nel 1984 da R. Edward Freeman, nel suo saggio "Strategic Management: a Stakeholder Approach.
Nel terzo e quarto capitolo troviamo infatti una dettagliata esposizione dei concetti di responsabilità sociale d’impresa e di cause related marketing.
Un'impresa che adotti un comportamento socialmente responsabile, monitorando e rispondendo alle attese economiche, ambientali, sociali di tutti i portatori di interesse (stakeholder) coglie anche l'obiettivo di conseguire un vantaggio competitivo e massimizzare i ritorni di lungo periodo. All’interno del mercato globale e locale, le imprese non hanno, infatti, un’esistenza a sé stante, ma sono enti che vivono e agiscono in un tessuto sociale che comprende vari soggetti, tra cui spicca sicuramente una società civile molto attenta all’operato imprenditoriale.
Proprio per questo le aziende, in tutto il mondo, hanno creato dei programmi atti a promuovere un prodotto o un servizio abbinandolo al marchio di un’organizzazione nonprofit: il cosiddetto Cause related marketing.
L’ltalia presenta un patrimonio di esperienze di CRM assai significativo. Dalle prime esperienze della seconda metà degli anni '80, sono ormai alcune centinaia le imprese che hanno formulato e realizzato strategie di marketing con cui hanno perseguito obiettivi commerciali fornendo al tempo stesso un contributo, economico e non, a una causa sociale.
Tra le varie campagne, Art to Heart: Max&Co e Keith Haring per Anlaids, l’anno scorso si è distinta per l’originalità e l’importante contributo alla realizzazione di due importanti progetti Anlaids in Rwanda, tramite la vendita di t-shirt, felpe e accessori, raffiguranti i celebri omini di Keith Hearing, artista americano morto di AIDS a 31 anni nel 1990.
E, quest’anno Max&co. ha riproposto l’iniziativa, questa volta in favore di Save the children, con la nuova campagna. “art to heart for angels”.
Art to heart è quindi espressione di una solidarietà “al femminile”, che ha permesso sia la realizzazione di due importanti progetti in Rwanda, sia l’opportunità di far sentire la propria voce “indossando” un messaggio di solidarietà.
Questo approfondimento mette in evidenza un esempio concreto di un’impresa che ha supportato con creatività e serietà un charity program riguardo un problema molto grave e diffuso,quello dell’aids, e che ha permesso un’integrazione tra arte, moda e “cuore”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “Un'impresa che fa null'altro che soldi è un'impresa veramente modesta1” H.Ford. Il dibattito sulla Responsabilità Sociale dell’Impresa (RSI) nasce in Italia negli ultimi anni in risposta ai paradigmi di produzione e di consumo che si vanno implementando nella nostra società e che, in tempi di globalizzazione dei processi produttivi, vedono lo sradicamento dell’impresa dal territorio di riferimento ed un’accresciuta esigenza per le stesse di rendere visibile il proprio modo di agire. È ormai approvato che la RSI contribuisca alla creazione di valore e sia quindi in grado di generare un vantaggio competitivo per l’azienda2, e non è quindi da considerarsi come un costo, ma come un elemento che diviene espressione della cultura d’impresa, e nello stesso tempo elemento funzionale al raggiungimento delle finalità aziendali, grazie alla diffusione di consenso e fiducia che la scelta produce all’interno e all’esterno dell’impresa. L’impresa/la marca deve perseguire i propri interessi, deve massimizzare la sua efficienza e i suoi interessi ma nel rispetto delle nuove “regole del 1 H. Ford, 1919, cit. 2 Consiglio dell‟Unione europea, Comunicazione della Commissione relativa alla Responsabilità sociale (COM 2002 n. 347 def.), G.U.C.E. n. 364 C del 18/12/2003, pp. 3-4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cimp
comunicazione
economia
impegno sociale imprese
impresa
maglieria
marketing
max&co
messaggio pubblicitario
moda
pubblicità
responsabilità
responsabilità sociale imprese
rsi
sociale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi