Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Efficienza ed equilibrio economico nelle aziende non profit

Le organizzazioni non profit rappresentano un fenomeno non del tutto nuovo per la realtà italiana.
Un’azienda non profit può essere definita sicuramente come un’azienda il cui scopo non è il perseguimento di un profitto, poiché eventuali utili saranno destinati al raggiungimento delle finalità istituzionali che vanno a sostanziare l’esistenza di tali entità.
La tesi conduce un’analisi con finalità esplicative riguardo al modo con cui vengono esercitate le funzioni aziendali, sulle modalità di raggiungimento di un’ottima performance aziendale, considerando sempre gli obiettivi generali, la mission e il grado di soddisfazione del cliente. In modo particolare ci si soffermerà sulla capacità dell’azienda non profit di raggiungere adeguati livelli di efficienza e di efficacia, e come queste variabili possano influire sull’intera attività.
Si procederà ad un’analisi dei diversi tipi di equilibrio, facendo riferimento ai differenti tipi di istituti non profit: le associazioni sportive, le organizzazioni di volontariato, le fondazioni operative ed erogative.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Le organizzazioni non profit rappresentano un fenomeno non del tutto nuovo per la realtà italiana, ma recentemente si sta assistendo ad un forte interesse nato intorno ad esse, specialmente in ambito economico aziendale. Molte discipline, come la sociologia e l’economia politica, hanno offerto numerosi contributi allo scopo di collocare precisamente la posizione delle aziende non profit in ambito economico-aziendale. Si è inoltre cercato di comprendere i processi di governo e le relazioni che queste organizzazioni intrattengono con l’ambiente circostante. Un’azienda non profit può essere definita sicuramente come un’azienda il cui scopo non è il perseguimento di un profitto, poiché eventuali utili saranno destinati al raggiungimento delle finalità istituzionali che vanno a sostanziare l’esistenza di tali entità. Nel primo capitolo si evidenzieranno brevemente le caratteristiche principali di un’azienda non profit: la loro difficile collocazione nell’assetto normativo, le cause del loro sviluppo, i differenti tipi di configurazione di aziende non profit, tipi di soci, varie aree gestionali. Il tutto per meglio evidenziare il contesto di riferimento. Il secondo capitolo conduce un’analisi con finalità esplicative riguardo al modo con cui vengono esercitate le funzioni aziendali, sulle modalità di raggiungimento di un’ottima performance aziendale, considerando sempre gli obiettivi generali, la mission e il grado di soddisfazione del cliente. In modo particolare ci si soffermerà sulla capacità dell’azienda non profit di raggiungere adeguati livelli di efficienza e di efficacia, e come queste variabili possano influire sull’intera attività.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Lucia D'Incalci Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2450 click dal 28/09/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.