Skip to content

Pricing distributivo & immagine di convenienza: analisi empiriche sulla piazza di Piacenza

Informazioni tesi

  Autore: Rosaria Nicoletta Fisichella
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: Trade marketing e strategie commerciali
  Relatore: Sebastiano Grandi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 163

Preso atto della sopravvenuta importanza che il pricing assume nei moderni contesti di business, il lavoro si propone in prima istanza di delineare i fondamenti che hanno portato all’evoluzione del ruolo del prezzo in ambito distributivo.
In particolare, nel primo capitolo verranno investigate le politiche distributive adottate dalle imprese commerciali ai fini dell’affermazione di un posizionamento idoneo alla costruzione della loro immagine di convenienza. Nello stesso capitolo si proseguirà con l’analisi di quelle che sono le tendenze attuali nel pricing commerciale e con l’inquadrare l’innovazione di pricing, proponendo un confronto tra gli approcci al pricing predominanti (EDLP vs HiLo); il capitolo si chiuderà con l’analisi dei tratti salienti della competizione tra punti vendita con differenti politiche di prezzo. L’impianto del lavoro muove, infatti, dall’ipotesi che esista una relazione biunivoca tra comportamento di acquisto del consumatore e price format; in altre parole gli equilibri del mercato prossimo futuro saranno dettati dal comportamento di acquisto del consumatore e da come esso si muoverà tra i vari price format, ma allo stesso tempo sarà la stessa condotta delle imprese commerciali in materia di pricing ad influire sulle abitudini di acquisto del consumatore.
Nel secondo capitolo, si mutuerà dalla copiosa letteratura anglosassone per riportare i principali approcci teorici relativi allo studio del comportamento del consumatore. In particolare, sarà affrontato il tema del ruolo del prezzo nel processo di acquisto e si cercheranno di evidenziare tutti i meccanismi esistenti alla base del processo di esposizione, attenzione e comprensione del prezzo.
Nel terzo capitolo risulterà interessante dimostrare come nella comunicazione della convenienza esista una dimensione psicologica. In letteratura è ormai assodato che il prodotto sia sempre più da considerare una pura entità percettiva (prodotto psicologico), la cui componente fisica viene dematerializzata e processata tramite innumerevoli filtri mentali, assumendo inoltre valenze diverse a seconda delle determinanti del luogo in cui è inserito. Nei processi di marketing, infatti, non si può non prendere atto di queste considerazioni, sia a monte, nella progettazione del prodotto (che non può prescindere dal considerare i luoghi di acquisto come componente fondamentale della strategia di vendita), che nei processi a valle, nella commercializzazione e nella comunicazione in store. Tali valori, anzi, assumono un contenuto particolare in ambito distributivo, dove la componente immateriale è particolarmente sentita, trattandosi di servizi. Nel capitolo in questione, quindi, dopo aver investigato le condotte che le imprese commerciali hanno implementato nel comunicare la convenienza, si approfondirà il tema della price competition e della costruzione della fedeltà sulla base della price image comunicata.
Nel quarto capitolo si procederà, poi, con l’analisi del gap esistente tra il livello di convenienza reale offerto dalle insegne e quello percepito dai consumatori, mettendo in luce non solo tutti i probabili fattori alla base di tale distonia, ma anche le eventuali strategie adottate dalle imprese commerciali nel tentativo di ridurla.
Infine, nell’ultimo capitolo, il lavoro di tesi verrà completato con un’indagine di tipo conoscitivo effettuata su un panel di acquirenti italiani nella piazza di Piacenza, proprio per cercare di delineare su base empirica quali potrebbero essere i comportamenti della popolazione italiana nei confronti di store con orientamenti al pricing diversi, ai quali vengono attributi dai consumatori altrettanti differenti livelli di convenienza percepita.
In particolare, il tema di ricerca sul quale si è focalizzata l’attenzione è quello relativo alla competizione fra le diverse Insegne commerciali nell’ambito dell’offerta di convenienza. A tal proposito si è cercato in modo particolare di identificare e classificare le leve attraverso cui viene offerta convenienza nell’ambito delle imprese commerciali; di verificare quali fra queste vengono utilizzate maggiormente dalle Insegne per le politiche di differenziazione dell’offerta reale di convenienza; di prendere in considerazione anche le diverse leve della convenienza percepita, cercando di mettere a fuoco il livello di coerenza esistente tra percezione del consumatore e realtà nell’offerta di convenienza da parte dei punti vendita; e, infine, di valutare la natura e l’intensità della relazione esistente tra il posizionamento di convenienza reale e percepito delle diverse Insegne ed il livello di performance delle stesse, cercando di capire se e in che misura le Insegne più convenienti sono anche quelle più performanti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Pricing Distributivo & Immagine di Convenienza: Analisi Empiriche sulla Piazza di Piacenza V INTRODUZIONE Preso atto della sopravvenuta importanza che il pricing assume nei moderni contesti di business, il lavoro si propone in prima istanza di delineare i fondamenti che hanno portato all’evoluzione del ruolo del prezzo in ambito distributivo. In particolare, nel primo capitolo verranno investigate le politiche distributive adottate dalle imprese commerciali ai fini dell’affermazione di un posizionamento idoneo alla costruzione della loro immagine di convenienza. Nello stesso capitolo si proseguirà con l’analisi di quelle che sono le tendenze attuali nel pricing commerciale e con l’inquadrare l’innovazione di pricing, proponendo un confronto tra gli approcci al pricing predominanti (EDLP vs HiLo); il capitolo si chiuderà con l’analisi dei tratti salienti della competizione tra punti vendita con differenti politiche di prezzo. L’impianto del lavoro muove, infatti, dall’ipotesi che esista una relazione biunivoca tra comportamento di acquisto del consumatore e price format; in altre parole gli equilibri del mercato prossimo futuro saranno dettati dal comportamento di acquisto del consumatore e da come esso si muoverà tra i vari price format, ma allo stesso tempo sarà la stessa condotta delle imprese commerciali in materia di pricing ad influire sulle abitudini di acquisto del consumatore. Nel secondo capitolo, si mutuerà dalla copiosa letteratura anglosassone per riportare i principali approcci teorici relativi allo studio del comportamento del consumatore. In particolare, sarà affrontato il tema del ruolo del prezzo nel processo di acquisto e si cercheranno di evidenziare tutti i meccanismi esistenti alla base del processo di esposizione, attenzione e comprensione del prezzo. Nel terzo capitolo risulterà interessante dimostrare come nella comunicazione della convenienza esista una dimensione psicologica. In letteratura è ormai assodato che il prodotto sia sempre più da considerare una pura entità percettiva (prodotto psicologico), la cui componente fisica viene dematerializzata e processata tramite innumerevoli filtri mentali, assumendo inoltre valenze diverse a seconda delle determinanti del luogo in cui è inserito. Nei processi di marketing, infatti, non si può non prendere atto di queste considerazioni, sia a monte, nella progettazione del prodotto (che non può prescindere dal considerare i luoghi di acquisto come componente fondamentale della strategia di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione convenienza
consumatore
convenienza
distonia
distribuzione
imprese commerciali
indagine
piacenza
posizionamento
pricing
store image

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi