Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro a tempo parziale dopo l'attuazione della direttiva comunitaria 97/81/CE

Il lavoro a tempo parziale dalle origini alla norma comunitaria il recepimento italiano: d.lgs.61/2000 e d.lgs.100/2001. Dal libro bianco al decreto attuativo della legge 30

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il lavoro a tempo parziale, oggetto di crescente attenzione negli anni recenti, soprattutto in relazione con la Strategia Europea per l’Occupazione, è considerato uno strumento importante per accrescere la partecipazione e l’occupazione di tutte le fasce “secondarie” del mercato del lavoro: donne, giovani, popolazione anziana e sta assumendo un ruolo centrale nel dibattito europeo, anche sul piano sociale e della compatibilità fra il lavoro ed altri ambiti della vita, con riferimento soprattutto all’occupazione femminile. Questo lavoro si propone di analizzare l’evoluzione giuridica di un contratto che, formalizzato dal legislatore Italiano, per la prima volta, più di venti anni fa, nel Dicembre del 1984, ha conosciuto negli ultimi dieci anni, dal 1997 al 2006, uno sviluppo ed una diffusione sempre crescenti nel nostro paese, evidenziando, proprio, quest’ultimo periodo che, convenzionalmente, decorre dalla direttiva Comunitaria 97/81/CE del 15/12/1997. Non si è potuto prescindere, nel primo capitolo, nell’intento di approfondire e poter comprendere l’innovazione e l’importanza delle varie disposizioni normative che si sono susseguite da quel momento in poi, dall’introdurre l’argomento con un ricorso storico al periodo delle origini del lavoro a tempo parziale, caratterizzato dall’assenza di una normativa specifica, cui conseguiva sì, una completa libertà dei contraenti, ma, anche, allo stesso tempo, una sottoutilizzazione di tale forma di lavoro osteggiata a livello sociale e poco appetibile, economicamente, per le imprese. Il lavoro prosegue, con l’analisi della prima normativa, l’art.5 della legge n.863 del 1984, delineando la nascita, dal punto di vista giuridico, e le principali caratteristiche di un istituto associato, fin da questo momento ad un termine “flessibilità del mercato del lavoro”, da sempre origine d’intensa discussione, sia

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefano Casadio Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 866 click dal 30/09/2009.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.