Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche di interrogazione per sensori a reticoli di Bragg

Progetto di un sistema di interrogazione per sensori a FBG a basso costo per misure dinamiche.
Una delle possibili applicazioni, è rappresentata dalle antenne optoacustiche basate su reticoli di Bragg, che richiedono la rilevazione di shift subpicometrici della lunghezza d’onda di Bragg alle frequenze dell’onda acustica incidente.
La novità introdotta consiste nel modulare con una Double Side Band Full Carrier la portante ottica generata dalla sorgente, che va ad illuminare il sensore. Sostanzialmente, si vuole sfruttare l’informazione contenuta dalle side band, prodotte dalla DSB FC, per decodificare un possibile shift della lunghezza d’onda di Bragg. Infatti, una variazione della lunghezza d’onda di Bragg determina uno sbilanciamento delle bande laterali.
In tale lavoro è stata realizzata un’analisi numerica del sistema di interrogazione proposto, seguita dalla sua validazione sperimentale.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE La ricerca e la sperimentazione nel campo scientifico sono strumenti preziosi per fornire una sempre più approfondita conoscenza dei fenomeni e una più attenta valutazione dei benefici che nuove applicazioni tecnologiche possono presentare. Nel campo dell’ingegneria, inoltre, ricerca e sperimentazione esprimono la naturale tendenza a spingersi verso prestazioni più elevate e risultati più efficaci. La tecnologia delle fibre ottiche si inserisce in questo contesto, costituendo un valido supporto alla realizzazione di sistemi di misura che abbiano caratteristiche di flessibilità e di possibile integrazione con altri sistemi Le fibre ottiche sono componenti molto conosciuti, soprattutto grazie al loro impiego nel campo delle telecomunicazioni. Molto meno noto è il loro impiego della sensoristica: infatti utilizzando componenti in fibra ottica è possibile realizzare sensori di temperatura, di deformazione, di accelerazione ecc.. Sebbene l'impiego di questi sensori non sia ancora molto diffuso a livello industriale, i vantaggi che presentano (alta risoluzione, immunità al rumore elettromagnetico, durata ecc.) e l'avanzato livello d'industrializzazione degli strumenti disponibili commercialmente, li rendono una valida e promettente alternativa ai sensori tradizionali di tipo elettrico ed elettromeccanico. Oggetto di questo elaborato sono i sensori basati su reticoli di Bragg in fibra ottica (in seguito denominati sensori FBG) che, tra i vari tipi di sensori ottici, sono i più diffusi. I sensori FBG vengono vincolati all'oggetto da monitorare in modo tale da riprodurre i movimenti o deformazioni della sua superficie: le variazioni indotte

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea Pepe Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2101 click dal 01/10/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.