Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

In Turchia. Le differenze di genere nel mercato del lavoro

La proclamazione della repubblica turca avvenuta nel 1923 sotto la leadership di Mustafa Kemal Ataturk, ha segnato la rottura definitiva con i vecchi valori e principi dell'impero Ottomano, che vedevano la donna in una posizione d'inferiorità. Durante questo periodo sono stati riconosciuti alle donne gli stessi diritti degli uomini. Dal quel momento le donne hanno avuto la possibilità di partecipare attivamente, attraverso il diritto di voto, alla vita polotica. Hanno avuto accesso nelle scuole e soprattutto è stata data loro la possibilità di entrare a far parte del mondo del lavoro. Gli effetti della modernizzazione, oggi, camminando per le strade della Turchia sono evidenti. Ma le difficoltà da affrontare, per le donne turche, sono ancora molte. Oggi le donne istruite non fanno difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, non ci sono particolari chiusure mentali da parte degli uomini o delle società in generale. Ma resta il fatto che molte di loro, attualmente fanno molta fatica a diventare manage, tale difficoltà è dovuta principalmente alla concezione ancora molto radicata della famiglia patriarcale, in cui la donna prima di tutto è moglie e madre poi può anche essere manager.Il tema della doppia presenza è molto ricorrente nella cultura turca.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione In quasi tutti i paesi nei quali sono stati fatti studi specifici, è raro trovare donne che ricoprano posizioni manageriali, a pre- scindere dal livello di sviluppo economico della nazione, dalla ideologia prevalente o dalla religione. La Turchia non è un'ec- cezione. Prendendo in considerazione le statistiche degli ultimi quarant'anni si osserva che è raro che, nonostante le donne sia- no state formalmente incoraggiate a istruirsi e a entrare nel mondo delle professioni fin dai primi anni della Repubblica, ricoprano posti di dirigenza, rarissimo che arrivino a quelli di alta dirigenza. La Turchia presenta un complesso e paradossale esempio per lo studio della dimensione di genere e delle professioni con eleva- ti livelli di rappresentanza femminile nel lavoro professionale, in contrasto con i pregiudizi di genere persistenti a difesa di un’organizzazione del lavoro e della vita centrato sul ruolo maschile. Per capire il ruolo delle donne nelle diverse attività lavorative, dal dipendente al manager, è necessario analizzare la variazio- ne di stato in materia di occupazione e di posizione professio- nale in base alle caratteristiche socioeconomiche, geografiche, matrimoniali, di genere e di atteggiamenti nei ruoli occupati.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Lucia Graffeo Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1136 click dal 02/10/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.