Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Profili di valutazione e informazione economico-finanziaria nelle fusioni. Il caso Banca Intesa – San Paolo IMI.

Il seguente lavoro di tesi analizza l’operazione straordinaria della fusione che costituisce un’operazione cui sempre più spesso gli operatori economici fanno ricorso, al fine di razionalizzare e rendere più efficiente la loro organizzazione produttiva.
Tali operazioni – data la loro natura - sono spesso complesse e caratterizzate da un iter molto lungo: si va dalla individuazione e dall’analisi dell’azienda target, alla fase della vera e propria trattativa con la conclusione di specifici accordi, alla fase post-acquisizione che vede il management impegnato , nel caso di aziende in buona salute, a dare valore all’acquisizione conclusa con strategie di potenziamento o, nel caso di aziende in difficoltà, ad attivare complesse operazioni di ristrutturazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Il seguente lavoro di tesi analizza l’operazione straordinaria della fusione che costituisce un’operazione cui sempre più spesso gli operatori economici fanno ricorso, al fine di razionalizzare e rendere più efficiente la loro organizzazione produttiva. Essa rappresenta una fase importante della vita dell’impresa ed è spesso associata a delicati momenti di transizione. Negli ultimi anni in particolare il mercato italiano delle acquisizioni e delle fusioni ha vissuto un vero e proprio boom. Anche in considerazione delle dimensioni delle imprese italiane, spesso inferiori alla media europea, si assiste, in tutti i settori, ad un processo di concentrazione che incrementa il numero delle cosiddette operazioni di “Merger & Acquisition”. Tali operazioni – data la loro natura - sono spesso complesse e caratterizzate da un iter molto lungo: si va dalla individuazione e dall’analisi dell’azienda target, alla fase della vera e propria trattativa con la conclusione di specifici accordi, alla fase post-acquisizione che vede il management impegnato , nel caso di aziende in buona salute, a dare valore all’acquisizione conclusa con strategie di potenziamento o, nel caso di aziende in difficoltà, ad attivare complesse operazioni di ristrutturazione. Acquisizioni e incorporazioni sono spesso parte di un medesimo processo di concentrazione e la fusione risulta uno degli strumenti tipici attraverso il quale si effettua tale concentrazione. L’operazione di fusione diventa così oggetto di studio, oltre che della scienza giuridica, anche della dottrina aziendalista e di quella più prettamente ragionieristica e fiscale, tanto che si rende a volte necessario un approccio interdisciplinare alle norme. Ciò che differenzia però la fusione dalle altre forme di aggregazione – caratterizzate

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Virginia Dentico Contatta »

Composta da 263 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1611 click dal 06/10/2009.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.