Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Articolo 609 bis c.p.: la nozione di atti sessuali e prospettive di riforma in comparazione con il reato di harcèlement sexuel

Questa tesi rappresenta un'analisi dottrinale e giurisprudenziale completa della controversa nozione di atti sessuali.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. Evoluzione del reato di violenza sessuale 1.1. Introduzione Con questa introduzione si vuole indicare brevemente lo scopo della seguente trattazione, ossia quello di sviluppare una breve indagine storica sulla legislazione, la dottrina e la giurisprudenza che si è succeduta nel periodo ante e post riforma in tema di violenza sessuale e più specificatamente sulla nozione di atti sessuali ex art. 609 bis c.p. per meglio comprendere il significato della recente innovazione legislativa e delle problematiche lasciate da questa insolute al fine di giungere a valutare l’opportunità di una nuova riforma nella materia dei reati sessuali, sulla scorta dell’ordinamento francese e delle soluzioni da esso adottate in tema di harcèlement sexuel. Nel 1996, a seguito di un iter parlamentare durato più di venti anni, anche in Italia il legislatore è intervenuto nella materia dei reati sessuali, la cui configurazione risaliva al testo originario del Codice Rocco. Il reato di violenza sessuale è oggi compreso nell’ambito dei delitti sessuali previsti e disciplinati nel nostro Codice penale negli articoli da 609 bis a 609 decies, collocati nel titolo XII del secondo libro, dedicato ai delitti contro la persona. Negli ultimi anni la materia ha interessato anche la legislazione di molti paesi europei tra cui la Francia, in occasione della stesura del nuovo Codice penale entrato in vigore nel 1992 e della legge 92-1178 del 2 novembre 1992 relativa all’abuso di autorità in materia sessuale nelle relazioni di lavoro.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Greta Granziolo Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1065 click dal 06/10/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.