Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi termofluidodinamica di un incendio in un ambiente confinato

Sviluppo di un software di simulazione incendi ai volumi finiti in un ambiente confinato

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE INTRODUZIONE Con l’aumento delle concentrazioni di persone in spazi chiusi o comunque limitati, tipico degli agglomerati urbani e con l’aumento delle attivit potenzialmente pericolose, il rischio incendi Ł divenuto uno dei piø comuni dei nostri tempi; per quanto detto la rivelazione degli incendi Ł divenuta una necessit primaria per evitare danni alle infrastrutture ed alle persone. La salvaguardia della propria pelle e delle proprie cose ha riscosso grande attenzione da parte degli esseri umani di ogni epoca, testimoni di immani tragedie e disastri causati da uno spesso incauto approccio con il progresso. Persino a Nerone, artefice del piø singolare incendio che la storia ricordi, spetterebbe incredibile a dirsi una citazione meritoria; infatti a seguito del suo folle gesto i Romani si trovarono di fronte alla necessit di combattere un nuovo nemico : il fuoco, ed impararono a difendersi da esso, ponendo le basi di quella che oggi, dopo secoli di evoluzione, chiamiamo prevenzione incendi . La prevenzione degli incendi - come sancito dal D.P.R. n. 577 del 29/07/1982 - Ł una materia di rilevanza interdisciplinare che studia le cause dell incendio e attua misure, provvedimenti, accorgimenti e modalit d intervento in linea con il corrente progresso tecnico, stimolando il ricorso ad una legislazione sempre piø cautelativa al fine di ridurre il piø possibile la probabilit di insorgenza di tale evento o, quantomeno, di limitarne le conseguenze. Fig. 1 Gli effetti di un incendio

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giuseppe Laricchiuta Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 824 click dal 08/10/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.