Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Microcredito è di moda ? ''Microcredit - Africa Works'': La campagna istituzionale 2008 del marchio Benetton

Poste tutte le questioni sviluppate nel corso dei capitoli di questa tesi, è necessario fare il punto della situazione alla luce di quanto emerso.
Benetton, agli occhi dell’opinione pubblica, rimane l’azienda per antonomasia impegnata nel sociale, che utilizza il colore e il contrasto per avvicinarsi alle differenze, non per allontanarle. E’ l’azienda simbolo del Made in Italy esportato con successo e “democraticamente” al di fuori dei confini del nostro Paese.
Da ricerche condotte nel panorama industriale italiano, abbiamo visto che l’impresa veneta gode di un’ottima reputazione, che la colloca tra le migliori posizioni nel settore dell’abbigliamento ed, in generale, tra tutte le realtà imprenditoriali italiane.
Viene da chiedersi il perché, alla luce di tutte le controversie emerse in questo lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Questo lavoro nasce all’incirca un anno fa, quando nel negozio United Colors of Benetton, in cui lavoravo saltuariamente come commessa, arrivarono i depliant e i cartonati della nuova campagna pubblicitaria dell’azienda. Successivamente, Milano, come tantissime altre città, venne tappezzata di manifesti “in chiaro stile Benetton”, che mostravano le immagini vivaci e colorate di quelli che sembravano essere dei sorridenti modelli, singolarmente ritratti durante il loro lavoro. Da qui, l’interesse ad approfondire l’argomento e la scoperta di una realtà che fino ad allora conoscevo solo superficialmente. La mia rappresentazione mentale di Benetton era, come credo quella della maggior parte delle persone, fortemente condizionata dalle campagne pubblicitarie di Oliviero Toscani: come tutti possiamo ricordare, i più svariati temi di attualità sono stati i protagonisti delle sue pubblicità controverse, provocatorie e certamente toccanti. Sono proprio queste ultime ad aver contribuito negli anni a posizionare Benetton, nella mente dei consumatori, come l’azienda italiana, per antonomasia, socialmente attenta ed impegnata. Toscani non collabora più da tempo con l’azienda veneta anche a fronte di significativi contrasti commerciali generati proprio dalle sue campagne in diversi Paesi dove l’azienda esportava. Nonostante questo, l’eco delle sue campagne difficilmente si staccherà dall’identità di Benetton, anche perché l’azienda veneta pare voler proseguire nella direzione di un utilizzo socialmente impegnato della comunicazione. Benetton non è certo l’unica impresa a mostrare particolare attenzione verso il sociale: la via della Corporate Social Responsability (CSR), infatti, è intrapresa ormai da un buon numero di aziende, sia PMI sia multinazionali, che vedono nel suo utilizzo principalmente un tool strategico per accrescere la propria reputazione. La Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) è solo l’ultima sfida sul fronte della comunicazione: utilizzare questo tipo di strumento implica, però, anche

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Elisabetta Bottani Contatta »

Composta da 266 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 991 click dal 09/10/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.